Comune di Città di Castello (PG)

CODICI DEL 400, CARTE MAI ESPOSTE, IL COMPLEANNO DI CHARTA: DAL 1 AL 3 SETTEMBRE LA XVII MOSTRA DEL LIBRO ANTICO E DELLA STAMPA ANTICA

mercoledì 20 settembre 2017
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
..
CODICI DEL 400, CARTE MAI ESPOSTE, IL COMPLEANNO DI CHARTA: DAL 1 AL 3 SETTEMBRE LA XVII MOSTRA DEL LIBRO ANTICO E DELLA STAMPA ANTICA
News
30-08-2017 -


Codici manoscritti del Quattrocento mai esposti dal valore commerciale altissimo, cartografie in esemplare unico del settecento e i 25 anni di Charta, la maggiore rivista del settore, fanno della XVII Mostra del libro antico e della stampa antica di Città di Castello un evento più che nazionale per il mondo del collezionismo e degli studiosi di bibliofila. Da venerdì 1 settembre a domenica 3, Città di Castello diventerà “la capitale della bibliofila in virtù della presenza dei maggiori operatori negli stand del Loggiato Bufalini e di un calendario di eventi collaterali di grande valore scientifico e divulgativo” hanno detto il sindaco Luciano Bacchetta e il vicesindaco e assessore alla Cultura Michele Bettarelli presentando il programma dell’edizione ormai imminente, a cura del Comune e dell’Associazione Palazzo Vitelli a Sant’Egidio. “Tra mille difficoltà economiche, la mostra va avanti ed è in sé un piccolo miracolo, imputabile alla qualità dell’evento e alla determinazione dell’Associazione Palazzo Vitelli a Sant’Egidio, che da sempre la sostiene finanziariamente”. A spiegare perché, dopo 17 anni e nonostante tratti di un oggetto di nicchia, è stato il coordinatore scientifico Giancarlo Mezzetti, il quale ha parlato in primo luogo “del livello della mostra, che è un valore aggiunto, tanto che le 40 postazioni disponibili sono andate esaurite oltre due mesi fa. Anche la data è giusta: rappresenta la riapertura del circuito alto della bibliofilia dopo una primavera ed un estate scarse di appuntamenti. Viene colta dagli addetti ai lavori come una vetrina per le novità. Quest’anno sono ben otto gli operatori - anche da Francia e Germania - che ci hanno scelto per presentare in anteprima il loro catalogo e materiali inediti. L’altro elemento di traino è Charta che ci ha onorato con la decisione di festeggiare qui i 25 anni della rivista. Inoltre non mancheranno i pezzi forti della mostra: stampe decorative e cartografiche che proporranno rarità bibliografiche originali come manoscritti, incunaboli, cinquecentine nonché libri rari e di pregio di varie epoche. Consistente anche la presenza di venditori di stampe originali e d’autore e di fotografie. Ultima ma non per ultima la particolare atmosfera di arte e natura che si respira a Città di Castello”. Senza pronunciarsi in modo esplicito, ad esemplificazione del livello del materiale esposto, Mezzetti parla di una cartografia rarissima, esemplare unico, con la pianta della Firenze settecentesca di cui si conoscono altre copie, del valore presunto di oltre diecimila euro, e degli oltre 50mila euro che il mercato sarebbe disposto a pagare i due codici del quattrocento. “Non dimentichiamoci che è una mostra mercato e che il collezionismo ha dinamiche in questo settore molto spinte”. Grandi nomi, contemporanei e del passato, anche nelle conferenze che accompagnano la mostra: “Tra i personaggi che hanno fatto la storia locale, approfondiremo la figura di Giangirolamo De Rossi, fratello di quell’Angela De Rossi Parmense che sposò Alessandro Vitelli, per la quale fu costruito, come dimora di nozze, Palazzo Vitelli alla Cannoniera, l’attuale Pinacoteca” ha annunciato Fabio Nisi, presidente dell’Associazione Palazzo Vitelli a Sant’Egidio. “Personalità di spicco del XV° secolo, fu governatore di Roma e fine politico e fine letterato, specializzato in biografie e autore di una Storia generale di cui si sono perse le tracce. Di grande prestigio per noi è ospitare Charta, che rappresenta un faro delle bibliofilia e un’operazione coraggiosa nell’attuali tendenze del mondo editoriale”. Le iniziative per l’anniversario della rivista sono state presentate dal suo caporedattore Mario Antonio Orefice: “Ringrazio l’Amministrazione per l’accoglienza a nome della mecenate che è alle spalle di Charta Vittoria De Buzzaccarini, da sempre impegnata nella promozione della bibliofilia e nel salvataggio di codici importanti, l’ultimo dei quali appartiene agli Sforza ed è conservato nella Biblioteca reale di Torino. Città di Castello è nel cuore di Charta fin dall’inizio e abbiamo constatato una reciprocità di intenti nell’entusiasmo con cui la città ed il comune hanno risposto nella fase di organizzazione”. In concreto il programma del compleanno prevede la conferenza Più Charta meno web, sabato 2 settembre alle 11. 30 sotto il Loggiato Gildoni con Vittoria De Buzzaccarini, titolare e fondatrice, Francesco Rapazzini, direttore responsabile di Charta, l’intero suo staff e prestigiosi Giovanni Biancardi, Fabio M. Bertolo, Carlo Bordoni, Massimo Gatta, Giovanni Saccani, Piero, Scapecchi, Alessandro Scarsella, Giovanni Solmi, Giovanna Zaganelli. Ci sarà la mostra dei 153 numeri di Charta ed un numero speciale per l’occasione, la performance di personaggio emblematico, il marionettista Albert Bagno che a Città di Castello si esibirà in uno spettacolo con marionette d’epoca. “Slogan della festa di Charta sarà rimembrando-progettando” ha concluso Orefice. Mentre all’incontro su Giangirolamo De Rossi, sabato 2 settembre alle 17.30 a Palazzo Vitelli a Sant’ Egidio, parteciperà il sindaco Luciano Bacchetta, il coordinatore Giancarlo Mezzetti, gli storici Guido Perra, Fabio Nisi e Pierluigi Poldi Allaj, la conferenza prevista dalla Mostra, domenica 3 settembre a Palazzo Bufalini alle ore 16.30, sarà dedicata al convento di San Girolamo a Città di Castello su iniziativa della Società Bibliografica toscana. Interverranno il vicesindaco Michele Bettarelli, Giancarlo Mezzetti, Fabio Nisi, Paolo Tiezzi Maestri dell’Istituto Valorizzazione Abbazie Storiche della Toscana, Isabella Gagliardi dell’Università degli Studi di Firenze, Francesco Rossi dell’ Associazione Idilio dell’Era, Andrea Czortek dell’ Istituto Teologico di Assisi. L’incontro approfondirà la figura di Giovanni Colombini, fondatore anche a Città di Castello dell’ordine dei Gesuati. La XVII Mostra mercato del libro antico e della stampa antica si aprirà venerdì 1 settembre: dalle 14.00 in maniera riservata agli operatori commerciali e dalle 15.00 ad ingresso libero. Sabato 2 settembre alle 10.00 è prevista l’inaugurazione ufficiale con chiusura alle 19.30. Domenica 3 l’apertura degli stand alle 9.30; alle 12.00 è prevista una archeodegustazione con prodotti della tradizioni culinaria antichissima, eccellenze gastronomiche e enologiche del territorio. Nei giorni della mostra sarà aperto il Laboratorio di restauro Memorie di Carta, il museo storico dello stabilimento tipografico Pliniana, la tipografia Grifani-Donati ed il museo del Duomo. Info: 075 8529403, libro antico@cittadicastello.gov.it.  (Allegate foto)

 


Condividi questo contenuto

Privacy - Note legali - Accessibilità - Posta interna - Posta Elettronica Certificata - Contatta il Comune - Cookie Policy

Comune di Città di Castello - Piazza Gabriotti, 1 06012 Città di Castello (PG) - Telefono 07585291 Telefax 0758529216
Posta elettronica certificata (Pec) comune.cittadicastello@postacert.umbria.it
Codice Iban: IT 38 R 01030 21600 000002529803 (Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Garibaldi - 06012 Città di Castello PG)

Il portale del Comune di Città di Castello (PG) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Città di Castello (PG) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it