Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

"FINALMENTE LA MEDAGLIA!". SINDACO E PRESIDENTE DEL CONSIGLIO SI CONGRATULANO PER L'ONOREFICENZAD ANGELO ZAMPINI, GIUNTA A POCHI GIORNI DALLE CERIMONIE A FARLA DI MAJANO
News
16.10.2017 -

 

“E’ davvero una bella notizia il conferimento alla memoria della decorazione d’onore interforze ad Angelo Zampini a pochi giorni dall’incontro tra le delegazioni di Città di Castello e di Maiano che si incontreranno alla fine di ottobre in Friuli Venezia Giulia per le manifestazioni in occasione dei cento anni dall’eroico sacrificio”: il sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta e il presidente del Consiglio comunale Vincenzo Tofanelli, a nome della comunità, si congratulano per il riconoscimento, che giunge alla fine di una campagna di sensibilizzazione, portata avanti congiuntamente dalle due città a cui è legata la breve vita del sergente mitragliere tifernate, che, durante la Prima Guerra Mondiale, a soli 23 anni morì per difendere dall’attacco dell’esercito nemico la popolazione civile. Era il 30 ottobre 1917 quando il sergente Zampini rifiutò di obbedire alla ritirata e ritardò l’occupazione del villaggio dalla piazzetta del paese di Farla dove ancora oggi campeggia una lapide a ricordo dell’atto eroico. “Da tempo di battiamo perché quel gesto coraggioso e disinteressato sia onorato attraverso un atto ufficiale e che tale atto giunga nell’anno del centenario è una concomitanza molto significativa per chi ha conservato il ricordo di Angelo Zampini, un soldato italiano che si sentiva italiano e il cui esempio non deve essere dimenticato. La medaglia è inoltre un motivo in più per proseguire il cammino intrapreso con il pronunciamento del consiglio comunale all’unanimità verso il gemellaggio tra Città di Castello e Majano nel nome di questo illustre tifernate e del grande valore ideale che il suo gesto deve continuare a rivestire. In questo senso il dovere delle istituzioni è sottolinearne l’attualità, partecipando attivamente alle iniziative che lo riguardano e diffondendo la sua piccola ma esemplare storia di amore patrio”. 

 


Condividi