Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

S.S. 257 APECCHIESE: UNIFORMITA' DI FINANZIAMENTI ED INTERVENTI PER TRATTO UMBRO E MARCHIAGIANO - SINDACO BACCHETTA ED ASSESSORI SECONDI E MASSETTI SCRIVONO A REGIONE E ANAS: " MESSA IN SICUREZZA PRIMA DI TUTTO ORA CHE C'E' ANCHE EMERGENZA BOCCA TRAB
Comune Palazzo
29.03.2018 -


Uniformità di finanziamenti ed interventi per la S.S. 257 “Apecchiese” nel tratto umbro e marchigiano. Lo chiedono il sindaco, Luciano Bacchetta, l’assessore ai Lavori Pubblici, Luca Secondi e all’Ambiente, Massimo Massetti, a Regione Umbria e Anas, area Compartimentale regionale, attraverso una lettera ufficiale nella quale evidenziano la “richiesta di intervento urgente per la S.S. 257 Apecchiese” segnalando “lo stato di grave deterioramento del manto stradale, notevolmente accentuato a seguito delle precipitazioni nevose e del ghiaccio nell’ultimo periodo”. Sindaco e assessori richiedono dunque agli enti preposti alla gestione della viabilità, “un intervento di manutenzione urgente ed incisivo su tale arteria in quanto i ripristini di chiusura provvisoria dalle numerose buche formatesi, effettuati dal gestore, non appaiono più adeguati a garantire il livello minimo di sicurezza per la circolazione”. Bacchetta, Secondi e Massetti, inoltre, nel fare riferimento a recenti annunci ufficiali di  Anas compartimento Marche, che avvierà nel corso del 2018 lavori di manutenzione per il risanamento del piano viabile sulle strade di competenza (nel programma #bastabuche sulle strade) per un’estensione complessiva di oltre 1.250 km e che interesseranno anche  SS257 “Apecchiese”, chiedono interventi analoghi ed uniformi anche per il tratto umbro. “Interventi indispensabili e non più rinviabili – concludono - anche alla luce di recenti avvenimenti relativi alla chiusura della strada statale 73 bis di Bocca Trabaria a causa di una frana nel versante umbro, che ha causato un vero e proprio blocco di collegamenti verso le Marche su quel versante con gravi ripercussioni soprattutto di traffico pesante sulla strada Apecchiese.” Sulla questione “Apecchiese”, ormai da tempo si sono susseguiti a Città di Castello ed Apecchio incontri congiunti fra le due amministrazioni comunali e i rispettivi livelli regionali, promossi in particolare, già dalla scorsa legislatura, dall’assessore Massimo Massetti assieme al sindaco di Apecchio, Vittorio Nicolucci. Attualmente l’arteria di collegamento interregionale, circa 52 chilometri da Città di Castello ad Acqualagna, passando per Apecchio e Piobbico, dopo la firma dei protocolli d’intesa tra Regione Marche, Province e Anas, rimane classificata come Strada Regionale, ma è gestita aldilà del confine umbro, direttamente dall'Anas nel tratto marchigiano (circa 32 chilometri): i restanti 20 chilometri sul versante umbro ed in particolare sul territorio di Città di Castello sono di competenza regionale ma gestione provinciale. 

 


Condividi