Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

CONSIGLIO COMUNALE: IN RISPOSTA ALL'INTERROGAZIONE DI LIGNANI (FDI), L'ASSESSORE BASSINI PREANNUNCIA UNA REVISIONE DELLE CONVENZIONI CON LE ASSOCIAZIONI DELLA CITTADELLA DELL'EMERGENZA
Consiglio comunale 2
02.08.2018 -


“Sulla Cittadella dell’Emergenza il mio impegno è totale ed è orientato ad assicurare l’equità nell’utilizzo delle strutture, ecco perché lavoreremo alla revisione di tutte le convenzioni con i sodalizi presenti, con la definizione di spazi precisi e assegnati, di utenze precise e assegnate”. E’ quanto ha chiarito l’assessore con delega alla Protezione Civile Luciana Bassini nel rispondere all’interrogazione del capogruppo di Fratelli d’Italia Andrea Lignani Marchesani sulla gestione degli spazi alla Cittadella dell’Emergenza. L’assessore Bassini ha aggiunto che “per quanto riguarda il Coordinamento delle associazioni, previsto dal nuovo codice di Protezione Civile, non c’è necessità di reperire spazi vista la disponibilità del Centro Operativo Comunale” e che “nel 2018 verranno ospitati altrove in città i pellegrini iscritti all’Associazione il Cammino di Assisi”. Nell’interrogazione, infatti, l’esponente della minoranza chiedeva chiarimenti circa “la necessità di perseverare nella creazione di una sede di coordinamento delle associazioni di protezione civile e di privare la Croce Rossa Italiana di spazi adibiti a ricovero di mezzi e materiali”, circa “l’effettivo utilizzo di locali come struttura di ricovero e pernottamento di pellegrini e la conseguente necessità di informare all’uopo l’autorità giudiziaria” e circa “le risultanze del monitoraggio su spazi e contributi alle associazioni presenti alla Cittadella dell’Emergenza, al fine di garantire equità e proporzionalità di trattamento”. Nel dare conto del confronto con il presidente dell’Associazione Il Cammino di Assisi che ha permesso di indirizzare altrove in città i pellegrini che prima erano stati accolti dalla Pubblica Assistenza Tifernate su istanza del precedente assessore alle Politiche Sociali, Bassini ha ulteriormente chiarito che chiunque per altre esigenze pernotti nella cittadella dell’emergenza viene regolarmente registrato presso il portale della Polizia di Stato. L’assessore ha quindi escluso l’erogazione di contributi da parte dell’amministrazione alle associazioni presenti nella Cittadella dell’Emergenza, ma ha riconosciuto l’esigenza di garantire “equo trattamento a tutti per quanto riguarda il pagamento delle utenze”. In sede di replica il consigliere Lignani si è dichiarato insoddisfatto ritenendo persistente il problema del reperimento di spazi a beneficio del coordinamento delle associazioni, se non a scapito della Croce Rossa magari di altri sodalizi come il Gruppo Alfa, e deplorando il fatto che la giunta con una delibera dell’aprile scorso “abbia fatto una sanatoria di quello che avveniva prima, quando c’erano spazi non assegnati ma usufruiti, anche se nell’atto c’è stato un passo in avanti apprezzabile di far pagare le utenze a tutti”. “Anche adesso viene data alla stessa associazione la possibilità di ospitare pellegrini”, ha contestato Lignani, segnalando che la delibera di aprile recepisca il programma del sodalizio in questione nel quale è prevista anche un’attività ricettiva. “Nella Cittadella dell’Emergenza – ha puntualizzato Lignani - per quanto mi riguarda si gestisce l’emergenza e non si fa ricettività, che deve essere fatta da operatori economici del settore e non da associazioni di volontariato”. L’assessore Bassini ha pertanto preso di nuovo la parola per ribadire che non verranno reperiti altri spazi per il coordinamento e che, anzi, al Gruppo Alfa verranno ne verranno dati di ulteriori, visto che non disponeva del bagno”. “C’è un impegno che l’amministrazione aveva preso per garantire un alloggio alle persone che hanno malati presso ospedale, ma i pellegrini non verranno più”, ha spiegato l’assessore. “Non si fa hospice in quegli spazi, nei quali ci può essere mobilitazione immediata per emergenze”, ha replicato Lignani, che ha comunque preso atto delle rassicurazioni dell’assessore Bassini circa l’impegno a non sottrarre spazi alle associazioni.
 

 


Condividi