Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

VERTENZA NARDI SPA - ORDINE DEL GIORNO DI VINCENZO BUCCI (CASTELLO CAMBIA) PER CHIEDERE AI PARLAMENTARI, ALLA PRESIDENTE REGIONE, ALLE ASSOCIAZIONI IMPRENDITORIALI DI PROSEGUIRE A SOSTENERE RICHIESTA AL MINISTERO DI PROROGA DI UN ANNO DELLA CASSA INTEGRAZ
Comune Palazzo
18.10.2018 -

Vertenza Nardi Spa: il capogruppo di Castello Cambia, Vincenzo Bucci, ha presentato un ordine del giorno al Presidente del Consiglio e al Sindaco “per chiedere ai Parlamentari Umbri, alla Presidente della Regione Umbria e alle Associazioni Imprenditoriali, di proseguire a sostenere la richiesta delle organizzazioni sindacali e dei lavoratori della Nardi della concessione della durata di un anno della C.I.G.S. da parte del Ministero, in relazione alle concrete e positive prospettive di ripresa e sviluppo aziendale.” In  premessa nel documento presentato al vaglio del consiglio comunale Bucci sottolinea che “a seguito di vertenza  l'Azienda Nardi  è in concordato dal 30 Gennaio 2018 con ammissione del Tribunale in data 24 Settembre 2018 e occupa attualmente 90 dipendenti e che a seguito della richiesta dell'Azienda di riduzione del personale è stato sottoscritto l'accordo sindacale che prevede un esubero di 45 dipendenti, per i quali, se non interverranno altri fattori, si prevede il licenziamento al 7 Febbraio 2019. “Visto  che l'Azienda Nardi  - prosegue Bucci - ha fornito comunicazioni alle organizzazioni sindacali, ai sindaci e alla stampa, circa un'acquisizione di un ordine per la produzione di aratri per l'Eritrea di 7 milioni di euro, che attualmente esistono buone possibilità di nuovae commesse per circa 3,5 milioni di euro;  considerato che la situazione aziendale è attualmente in forte recupero di fatturato con una previsione di raddoppio per il 2019 come comunicato alle OO.SS. dall'Amministratore delegato Dott. Paolo Carloni; che per riuscire a risolvere radicalmente il riassorbimento degli esuberi in relazione alle buone prospettive aziendali ed evitare un grave impatto sociale, anche in relazione alle difficoltà di riassorbimento e collocazione della manodopera considerata attualmente in esubero, sia necessario un ulteriore anno di C.I.G.S. che potrebbe essere concessa basandosi sull'art. 44 del D.L. 109/2018 in vigore dal 29 Settembre 2018 (in deroga agli articoli 4  e 22 del Decreto Legislativo 14 Settembre 2015,  n. 148); che alla data di entrata in vigore del D.L. può essere autorizzato, sino ad un massimo di dodici mesi complessivi, previo accordo stipulato in sede Governativa, presso il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali anche in presenza del Ministero dello Sviluppo economico e della Regione dell'Umbria, il trattamento straordinario di integrazione salariale per crisi aziendale qualora sussistano concrete prospettive di riassorbimento occupazionale; che infine le Organizzazioni Sindacali avranno a breve un primo incontro interlocutorio con i funzionari del Ministero del Lavoro per impostare la richiesta”, il capogruppo di Castello Cambia chiede, “ai Parlamentari Umbri, alla Presidente della Regione Umbria e alle Associazioni Imprenditoriali, di proseguire a sostenere la richiesta delle OO.SS. e dei lavoratori della Nardi della concessione della durata di un anno della C.I.G.S. da parte del Ministero, in relazione alle concrete e positive prospettive di ripresa e sviluppo aziendale.”

 


Condividi