Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

Comunicazione dell'Avviso di Criticità regionale n. 6 del 27/10/2018 per condizioni di criticità moderata (codice arancione) per i rischi Idrogeologico ed Idraulico.
protezione civile cdc
28.10.2018 -

Sulla base del bollettino di vigilanza meteorologica regionale pubblicato in data odierna sul sito web del Centro Funzionale della Regione dell’Umbria è in corso di adozione l’ Avviso di Criticità regionale n° 6 emesso il 27/10/2018 alle ore 13.59 nel quale è previsto che dalle prime ore della mattina di domani 28/10/2018 e per le successive 24-48 ore, potranno verificarsi anche per la Zona di allerta A – Alto Tevere – nella quale è ricompreso il ns. territorio comunale, i seguenti livelli di criticità:

moderata (codice arancione) – per il tipo di rischio Idrogeologico ed Idraulico.

 

Per fare fronte a tale situazione è stato attivato sistema regionale di Protezione Civile.

Il Presidio Operativo e Territoriale del Comune di Città di Castello, anch’esso parte attiva nel suddetto sistema, seguirà l’evolversi dei fenomeni in corso controllandone gli effetti sul proprio territorio.

Data la situazione in corso è attivato il numero telefonico della Sala Operativa Comunale presso il quale rivolgersi per situazioni d’emergenza 075/8520744.

Si informa inoltre che sarà possibile seguire l'evoluzione dell'evento collegandosi al sito del Centro Funzionale Decentrato della Regione dell'Umbria all'indirizzo http:// www.cfumbria.it e a quello del Comune di Città di Castello, collegandosi alla pagina web: http://www.cdcnet.net, per seguire la situazione locale.

 

DESCRIZIONE DEGLI SCENARI D’EVENTO PREVISTI

Idrogeologico: Piogge non ordinarie, con possibilità di diffuse situazioni di disagio per la popolazione, con possibili conseguenze, per il raggiungimento delle rispettive soglie pluviometriche, di:

  • durate brevi (1-3-6 ore): probabili frane in zone ad elevata pericolosità idrogeologica, aggravamento delle condizioni di smaltimento dei sistemi fognari nei centri urbani, sollecitazione del reticolo idrografico minore;
  • durate lunghe (12-24-36-48 ore): saturazione del suolo con aumento della pericolosità da frana (soprattutto se si manifestano successivi scrosci di breve durata ed alta intensità); aggravamento delle condizioni di reticoli principali dei bacini di medie-grandi dimensioni (500–5000 km2), con diminuzione del volume invasabile in alveo e probabile innalzamento dei livelli sulle aste principali.
     

Idraulico: Piogge non ordinarie, con possibilità di diffuse situazioni di disagio per la popolazione, con possibili conseguenze, per il raggiungimento delle rispettive soglie pluviometriche, di:

  • durate brevi (1-3-6 ore): probabili frane in zone ad elevata pericolosità idrogeologica, aggravamento delle condizioni di smaltimento dei sistemi fognari nei centri urbani, sollecitazione del reticolo idrografico minore;
  • durate lunghe (12-24-36-48 ore): saturazione del suolo con aumento della pericolosità da frana (soprattutto se si manifestano successivi scrosci di breve durata ed alta intensità); aggravamento delle condizioni di reticoli principali dei bacini di medie-grandi dimensioni (500–5000 km2), con diminuzione del volume invasabile in alveo e probabile innalzamento dei livelli sulle aste principali. 

Legenda

Mappa di sintesi delle criticità

(verde) assente, (gialla) ordinaria, (arancio) moderata, (rossa) elevata

 


Condividi