Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

IL SINDACO BACCHETTA INCONTRA IL NUOVO COMANDANTE DELLA POLIZIA MUNICIPALE MARCO RAVAGLIA
Nuovo comandante Polizia Municipale
05.11.2018 -

 

Prima stretta di mano in Comune tra il sindaco Luciano Bacchetta e il tenente colonnello Marco Ravaglia, nuovo comandante della Polizia Municipale di Città di Castello, che ha preso servizio giovedì 1 novembre. Alla presenza dell’assessore con delega al corpo comunale Monica Bartolini e al vice comandante Graziano Fiorucci, il primo cittadino ha incontrato stamattina nel proprio ufficio il nuovo dirigente, vincitore della selezione pubblica bandita dall’ente in base all’art.110, comma 1, del D.Lgs. 267/2000, che oltre coordinare i Vigili Urbani avrà anche la responsabilità dei Servizi Demografici. “Abbiamo tra noi una persona molto seria, competente e capace, con molta buona volontà, che sarà un ottimo comandante della nostra Polizia Municipale”, ha affermato Bacchetta insieme a Bartolini nel congratularsi con il comandante Ravaglia per il nuovo incarico e nel garantire “la massima collaborazione da parte di tutta l’amministrazione comunale nello svolgimento dell’importante lavoro che sarà chiamato a fare nella nostra città”. “Sono qui con l’obiettivo di riorganizzare il corpo di Polizia Municipale secondo gli indirizzi dell’amministrazione comunale e gestire con la massima attenzione l’attività dei Servizi Demografici, assicurando attraverso l’efficienza l’interesse collettivo”, ha dichiarato Ravaglia, che ha ringraziato insieme al sindaco Bacchetta e all’assessore Bartolini il vice comandante Fiorucci per aver assunto la responsabilità della guida dei Vigili Urbani nei sette mesi intercorsi tra il suo arrivo e il pensionamento dell’ex comandante Luisella Alberti. “Il periodo di reggenza è stato una bella esperienza – ha detto Fiorucci - sono pronto a collaborare con il nuovo comandante, con cui, insieme a tutto il corpo, sono sicuro sarà possibile fare un buon lavoro al servizio dei cittadini e degli obiettivi che l’amministrazione comunale ci ha dato”. Il nuovo comandante dirigerà un corpo di Polizia Municipale attualmente composto da 15 agenti e due amministrativi, più i 13 dipendenti dei Servizi Demografici al lavoro negli uffici del capoluogo e presso la delegazione di Trestina.

Curriculum. Nato a Firenze, il tenente colonnello Ravaglia ha percorso tutti i vari livelli della Polizia Municipale. Prima di Città di Castello ha lavorato  presso l’Unione comunale Chianti Fiorentino, formata dai Comuni di Greve in Chianti, San Casciano Val di Pesa, Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d’Elsa, dove dal 2017 ha svolto le funzioni di vice comandante della Polizia locale nella sede di San Casciano Val di Pesa con compiti di coordinamento dell’attività di polizia giudiziaria, vigilanza commerciale, edilizia, ambientale e attività di formazione interna nelle materie di competenza, specie per il Codice della Strada, con particolare riferimento ad atti, procedure e violazioni inerenti la guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di stupefacenti. Nello stesso ente aveva ricoperto la funzione di ispettore di Polizia Municipale a partire dal 2013, proveniente dal Servizio associato di Polizia Municipale dei Comuni di Figline Valdarno, Incisa Valdarno e Rignano sull’Arno, dopo essere stato in precedenza a Prato e Fiesole. Laureato con 110 e lode presso la Facoltà di Scienze Politiche all’Università di Firenze, vanta anche un dottorato di ricerca presso lo stesso ateneo concluso con la pubblicazione della tesi dal titolo “XX secolo: politica, economia, istituzioni”. Dal 2007 vanta un’esperienza come docente per conto di enti formativi per la formazione di personale delle pubbliche amministrazioni e, a seguito di un bando di selezione nel 2011, è stato inserito nell’Albo docenti della Scuola Interregionale di Polizia locale (SIPL) delle Regioni Emilia-Romagna, Toscana e Liguria, per la quale tiene corsi di formazione e aggiornamento professionale per il personale degli enti locali negli ambiti della tutela del consumatore (ovvero vigilanza in ambito commerciale) e della libertà di impresa.

 


Condividi