Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

RACCOLTA CIVICA: "A PRIMAVERA UN CONVEGNO SUI REPERTI". VOTATA ALL'UNANIMITÀ MOZIONE COPIA E INCOLLA DI TIFERNO INSIEME
CONSIGLIO
30.01.2019 -


Votata all’unanimità la mozione di Tiferno insieme sulla valorizzazione della Raccolta civica e il patrimonio archeologico presentata al consiglio comunale di Città di Castello di martedì 29 gennaio, “che” ha detto il capogruppo Nicola Morini, illustrandola all’aula “è un copia incolla di quella presentata qualche tempo fa dal PD. Allora fu votata all’unanimità ma la Giunta non ha dato seguito a quel pronunciamento. Nel dispositivo si impegnava a tutelare un patrimonio disperso in mille musei meno che il nostro e quello che è rimasto è inscatolato. Perché la Giunta è stata finora latitante davanti ad uno dei primi dispositivi presentati ad inizio legislatura? Non vorrei che si insinui anche in questa giunta la tentazione di dire a parole di tutelare il patrimonio e nei fatti non arrivare a nulla. E’ un peccato per la città ed i tifernati per una storia che da Roma arriva ai giorni nostri. Mi fa specie che dai banchi della maggioranza non si sollevi nessun rilievo. Più che una mozione che posso ritirare anche prima di porla al voto, è un’occasione per capire a che punto siamo e accelerare il processo”. L’assessore alla Cultura Michele Bettarelli ha detto che “da due anni il progetto ha avuto un’accelerazione ma c’è una normativa piuttosto difficile e anche la relazione con i tanti soggetti preposti non è sempre agevole. Non siamo stati fermi, lo testimoniamo atti ufficiali. Abbiamo assegnato un incarico al professor Lucio Fiorini per la catalogazione del materiale disponibile, custodito in Pinacoteca. Il lavoro è terminato e possiamo dare seguito a quanto chiede la mozione. Da qui ad un paio di mesi avremmo la prima uscita pubblica. Con Fiorini e il gruppo delle persone molte volenterose che hanno collaborato, abbiamo deciso di fare una presentazione, che illustri quello che c’è, i reperti di una certa rilevanza con un cronoprogramma sulla sistemazione a Palazzo Vitelli alla Cannoniera. Si collega a Piazza dell’Archeologia, in teoria terminata entro maggio o giugno. Avremmo la raccolta civica e la piazza. La mozione è condivisibile”. Luciano Tavernelli, consigliere del PD, si è detto soddisfatto che il museo si farà: “Lasciatemi ringraziare il professor Lucio Fiorini, che si è speso in una impresa finora non riuscita a nessuno. Si è prestato perché ha visto la prima esposizione dei reperti e così è nato il suo amore per l’archeologia. Ha ricevuto un premio prestigioso a Shanghai per le ricerche nel santuario di Gravisca”. Vincenzo Bucci, capogruppo di Castello Cambia, ha detto che “in quella mozione si chiedeva di recuperare anche i reperti ora in altre sedi museali. Non lasciamo cadere la sollecitazione”. Nelle dichiarazioni di voto Valerio Mancini, consigliere della Lega, si è espresso favorevolmente ed ha citato “il biglietto unico museale “perché oltre che la storia ci sono i posti i lavoro, dietro la cultura c’è un indotto. E’ necessario compensare le difficoltà della manifattura con altri settori. Bisogna conquistarsi ogni posto di lavoro anche con il recupero culturale. Non so se c’è un inventario delle opere perdute negli anni. Dobbiamo farle rientrare”. 

 

 

 


Condividi