Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

ESCHE AVVELENATE LUNGO IL PERCORSO VERDE DEL FIUME TEVERE - CARTELLI DELLA POLIZIA MUNICIPALE PER AVVERTIRE LA CITTADINANZA
ambiente
16.02.2016 -

Possibili esche avvelenate lungo il percorso verde del fiume Tevere: cartelli affissi dagli agenti della polizia municipale in entrambi i sensi di marcia sui lati del ponte e nell’area di Via Aretina per avvertire la cittadinanza a prestare attenzione e segnalare alle forze dell’ordine eventuali situazioni sospette. Il provvedimento si è reso necessario a seguito di una comunicazione del Servizio Veterinario della AUSL Umbria 1 riguardo al ritrovamento di sospette esche avvelenate in Via Aretina all'altezza del ponte sul Tevere. Come già accaduto in altre circostanze il materiale sospetto che è stato ritrovato, ora verrà analizzato dai tecnici dell’Istituto Zooprofilattico di Perugia per stabilire la effettiva natura e composizione delle esche ed ovviamente la presenza di veleno o sostanze nocive per le persone e gli animali. La zona interessata dalla “tabellazione” sulla possibile presenza di esche avvelenate è particolarmente frequentata soprattutto in prossimità delle sponde del fiume tevere e del relativo percorso verde (recentemente attrezzato ed inserito in un progetto complessivo di rivitalizzazione e valorizzazione del patrimonio ambientale e paesaggistico), e prediletta da numerose persone, anche con cani al guinzaglio, che la percorrono per trascorrere qualche momento di relax all’aria aperta. La polizia municipale con la comandante Luisella Alberti e il vice-comandante, Graziano Fiorucci, invita la cittadinanza a “prestare la massima attenzione oltre che nella zona interessata anche in quelle limitrofe, in particolare le aree verdi e il percorso vita lungo il Tevere”. Anche il sindaco di Città di Castello, Luciano Bacchetta ribadisce l’opportunità di questo intervento di informazione e segnalazione alla cittadinanza su possibili rischi per le persone e gli animali derivanti dalla presenza di esche avvelenate, come opportunamente segnalato dalla Ausl Umbria 1. “La collaborazione e sinergia fra le strutture preposte a questo genere di controlli, la polizia municipale e le altre forze dell’ordine presenti sul territorio è fondamentale per attivare le necessarie procedure di informazione e prevenzione – ha precisato Bacchetta – per tutelare la salute e la sicurezza di persone ed animali.”

 


Condividi