Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

VIA LA PLASTICA DALLE MENSE, ARRIVANO LE LAVASTOVIGLIE
scuola
19.05.2016 -

 

Via la plastica dalle mense delle scuole: a Città di Castello arrivano le lavastoviglie. Gli apparecchi sono 19 e in questi giorni entrano a regime in tutte le scuole dell’infanzia e primarie del comune. Laveranno le stoviglie e la posateria necessaria al consumo di 1406 pasti al giorno, oltre 220mila in un anno. “Con l’eliminazione della plastica, le nostre mense sono completamente green” dichiarano,  durante il sopralluogo, dirigenti Massimo Belardinelli per il Primo Circolo, Paola Avorio per il Secondo e Chiara Grassi per l’istituto comprensivo “Alberto Burri”. “Con l’arrivo delle lavastoviglie l’organizzazione che ruota intorno alle nuove modalità di lavaggio è stata rivoluzionata ma abbiamo salvaguardato l’alta qualità dei pasti e rendere il sistema ecocompatibile erano l’obiettivo di che abbiamo perseguito insieme all’Amministrazione comunale. Le nostre mense sono già all’avanguardia: da anni usiamo solo prodotti biologici, certificati e a chilometri zero, integrati dal circuito del commercio equo e solidale; oggi, eliminando la plastica da tutte le tavole delle scuole, facciamo un notevole passo in avanti nella sostenibilità ambientale. Gli asili nido comunali, avendo cucine interne, non hanno mai usato la plastica; ora le buone pratiche vengono estese a tutte le scuole: nei primi tempi di attivazione, hanno usufruito del Mater B, materiale completamente biodegradibile e compostabile, in attesa che nei vari plessi fossero installati  gli apparecchi lavastoviglie. Ora gli studenti tifernati mangiano in piatti in ceramica, con posate in acciaio inox e bicchieri in cristallo infrangibile”. “Lo sforzo organizzativo e tecnico collegato all’eliminazione della plastica è considerevole - dichiarano Belardinelli, Avorio e Grassi -  perché richiede un adeguamento di tutti i numerosi segmenti che compongono il servizio ma abbiamo ritenuto un punto di civiltà rendere a basso impatto ambientale il servizio di ristorazione scolastica. Stiamo lavorando perchè mangiare divenga per i ragazzi un’esperienza etica, formativa, solidale e l’eliminazione della plastica è un passo fondamentale”.  (allegate foto)

 


Condividi