Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

STRAGE A NIZZA. VICINANZA E SOLIDARIETA' DEL SINDACO LUCIANO BACCHETTA. - "CON IL COMUNE DI NIZZA, L'ASSOCIAZIONE DEI TIFERNATI DELL'ARULEF, DA SEMPRE AMICIZIA E CONDIVISIONE DI TRADIZIONI"
Comune Palazzo
15.07.2016 -

“Vicinanza e solidarietà per la tragedia che ha colpito ancora una volta la vicina Francia dove tra l’altro, in particolare a Nizza è radicata da tempo una comunità di tifernati rappresentata dall’associazione Arulef alla quale ci legano sentimenti di affetto, amicizia e reciproca collaborazione. Alla presidente, Nicoletta Tulliani, al sindaco di Nizza, Philippe Pradal,  a tutti i nostri connazionali e tifernati ci stringiamo in un profondo abbraccio nella speranza di non dove più commentare fatti, tragredie di questa inaudita e inspiegabile ferocia che lasciano attoniti ed impotenti. Tutti insieme però adesso più che mai sapremo e dovremo reagire mantenendo unità e condivsione di ideali comuni.” E’ quanto dichiarato dal sindaco di Città di Castello, Luciano Bacchetta, in riferimento alla strage di Nizza, comune con cui Città di Castello, grazie alla presenza di diversi tifernati proprio in quella zona costiera della Francia, attraverso l’associazione Arulef mantiene sempre vivi e solidi i legami e vincoli di amicizia organizzando spesso iniziative di caratttere culturale, associativo all’insegna dello scambio delle relazioni storiche e delle tradizioni fra le due realtà nazionali. Proprio lo scorso anno, nel mese di Settembre la Filarmonica G.Puccini di Città di Castello, guidata dal suo presidente Fabio Arcaleni, ha tenuto proprio a Nizza alcuni concerti (dopo 35 anni dall’ultima esibizione del maestro Fausto Polverini) e attraverso il vice-sindaco Michele Bettarelli ha gettato le basi per iniziative congiunte con il comune di Nizza, sia nell’ambito del Festival delle Nazioni, che proprio nell’imminente 49esima edizione ospita la Francia, e con la Mostra del Tartufo. Legami sempre più stretti, che si rinsaldano ancora proprio in questi momenti in cui purtroppo prevale la disperazione, paura e incertezza.

 


Condividi