Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

SUL FUTURO E PROSPETTIVE FESTIVAL DELLE NAZIONI E MOSTRA NAZIONALE DEL CAVALLO IL CAPOGRUPPO FDI, LIGNANI MARCHESANI CHIEDE CONVOCAZIONE URGENTE COMMISSIONE PROGRAMMAZIONE
Comune Palazzo
29.07.2016 -

“Chiarezza sul futuro di Festival delle Nazioni e Mostra del Cavallo. Difficoltà che non si possono più nascondere. La Commissione programmazione convochi quanto prima i vertici delle due Associazioni Città di Castello, 29 luglio 2016. Il Festival delle Nazioni e la Mostra del Cavallo sono in profonda crisi.” E’ quanto dichiarato dal capogruppo di Fratelli d’Italia, Andrea Lignani Marchesani. “ I due principali appuntamenti di fine estate versano in gravissime difficoltà economiche, latenti da anni ma che fragorosamente stanno venendo alla luce guarda caso all’indomani delle elezioni. Venir meno di sponsor e di partner pubblici, o il ridimensionamento dei contributi degli Enti, hanno reso difficile la chiusura dei bilanci passati e stanno precipitando in una china pericolosissima gli esercizi in corso. Una situazione di cui da tempo si vociferava ma che viene  messa nero su bianco in recenti o imminenti riunioni delle due associazioni. Il Consiglio comunale, massima espressione della democrazia e della partecipazione cittadina, non può essere tenuto all’oscuro anche perché le due manifestazioni sono alle porte ed è opportuno che il massimo consesso cittadino formuli un indirizzo di comportamento e di proposta su una simile situazione. Ho richiesto ufficialmente – conclude Lignani Marchesani - al neo presidente una celere riunione della Commissione Programmazione che prescinda dalla pausa estiva, visto l’importanza e la difficoltà della situazione in essere,  in cui vengano ascoltati i vertici delle due Associazioni al fine di permettere a tutti i Consiglieri di essere informati su queste vicende. Purtroppo nodi e criticità da tempo denunciati stanno venendo al pettine e si potrebbe scontare oggi quell’ottimismo di facciata, evidentemente mal riposto e dal sapore preelettorale, ostentato nelle passate edizioni.”

 


Condividi