Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

"ADOTTARE UN NUOVO REGOLAMENTO PER I PRODOTTI FITOSANITARI". ORDINE DEL GIORNO DEI CONSIGLIERI ZUCCHINI E MENCAGLI (PD)
Comune Palazzo
13.10.2016 -

“Il Comune di Città di Castello adotti un regolamento aggiornato  sull'uso dei prodotti fitosanitari, conciliando la protezione delle colture agrarie con le esigenze della salute pubblica”. E’ l’istanza contenuta nell’ordine del giorno presentato dal capogruppo del Pd Gaetano Zucchini e dal consigliere comunale del partito Francesca Mencagli con cui si chiede alla massima assise cittadina di assumere un impegno formale per adeguare le disposizioni in materia in vigore nel territorio tifernate. Nell’evidenziare come il Comune di Città di Castello con due successive delibere, di cui l’ultima datata 2005, abbia provveduto a integrare le norme specifiche del regolamento di igiene, gli esponenti della maggioranza ritengono importante dotarsi di una disciplina “più completa e aggiornata, che vada a migliorare le normative attualmente esistenti”. L’esigenza di una revisione del regolamento nasce dalla recente emanazione da parte dell’Unione Europea di norme finalizzate alla riduzione dei rischi associati all'uso dei prodotti fitosanitari e alla promozione di processi di cambiamento delle tecniche di utilizzo verso forme più compatibili e sostenibili, in termini ambientali e sanitari, che sono già state recepite nel 2012 dall’Italia, con l’inserimento nel 2014 nel Piano di Azione Nazionale (PAN), e a partire dal 2015 dalla Regione Umbria. In Altotevere il Comune di Citerna ha già adottato le nuove disposizioni e i consiglieri Zucchini e Mencagli chiedono di rifarsi proprio a questa regolamentazione per uniformare la disciplina della materia nel comprensorio. “La Commissione Servizi si faccia carico di approfondire tale tematica, di redigere la stesura del regolamento in questione e di riproporre lo stesso in consiglio comunale per la sua approvazione definitiva e quindi per la sua adozione attuativa”, chiedono i rappresentanti del Pd, che richiamano l’attenzione sui potenziali rischi di un uso scorretto dei prodotti fitosanitari. “Ci possono essere pericoli per gli esseri umani, gli animali e l'ambiente - puntualizzano Zucchini e Mencagli - e per tale motivo i prodotti fitosanitari messi a disposizione degli agricoltori devono essere assoggettati a parametri molto stringenti, al fine di regolamentarne la conservazione, l'utilizzo e quindi l'impatto ambientale e sulla salute degli operatori e dei consumatori”. “Sono proprio gli operatori professionali per primi, in modo responsabile ed etico, a richiedere e ad attenersi a principi di rispetto delle normative e di cautela - osservano i consigliere del Pd - consapevoli del rischio professionale diretto e di quello indiretto per la dispersione ambientale, minimizzando così gli aspetti negativi e i rischi connessi”.

 


Condividi