Comune di Città di Castello (PG)

CITTA' DI CASTELLO GRAZIE ALLE RIPRODUZIONI DELLA BOTTEGA ARTIGIANA TIFERNATE ENTRA A FAR PARTE DEL PRIMO FILM DI SKY 3D MAI REALIZZATO PRIMA SU RAFFAELLO SANZIO - BETTARELLI:" UN ONORE E RICONOSCIMENTO PER LA NOSTRA CITTA'".

martedì 21 novembre 2017
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Comune di Città di Castello

Comune di Città di Castello
Piazza Gabriotti 1, 06012 Città di Castello (PG)
Partiva IVA: 00372420547
PEC comune.cittadicastello@postacert.umbria.it

..
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
..
CITTA' DI CASTELLO GRAZIE ALLE RIPRODUZIONI DELLA BOTTEGA ARTIGIANA TIFERNATE ENTRA A FAR PARTE DEL PRIMO FILM DI SKY 3D MAI REALIZZATO PRIMA SU RAFFAELLO SANZIO - BETTARELLI:" UN ONORE E RICONOSCIMENTO PER LA NOSTRA CITTA'".
Comune Palazzo
14-10-2016 -

Città di Castello, grazie al “mago” delle riproduzioni d’autore, Stefano Lazzari, titolare della “Bottega Artigiana Tifernate”, entra a far parte della produzione del primo film-documentario mai realizzato su Raffaello Sanzio. Dopo il successo dei primi 3 film, Sky 3D, ha annunciato infatti la quarta grande produzione cinematografica: “Raffaello – il Principe delle Arti – in 3D”. Il film segue il percorso tracciato dai tre precedenti progetti, con un ulteriore apporto innovativo che pone l’accento su un aspetto ancora più cinematografico: è un connubio tra digressioni artistiche, affidate a celebri storici dell’arte, raffinate ricostruzioni storiche, che garantiscono un coinvolgimento intimo ed emotivo, e le più evolute tecniche di ripresa cinematografica in 3D ed UHD per un’esperienza visiva totalizzante e coinvolgente. Le ricostruzioni storiche, ispirate a dipinti dell’800 che testimoniano frammenti di vita di Raffaello, rappresentano istantanee della vita dell’artista, momenti delicati ed evocativi capaci di coinvolgere emotivamente lo spettatore introducendolo nei capitoli di digressione artistica. L’artigiano-artista tifernate, Stefano Lazzari assieme alla sorella Francesca, al padre Romolo e a tutto lo staff di giovani della sua “bottega” (titolare di un marchio registrato, “pictografia”, una tecnica unica di lavorazione che consente di riprodurre qualsiasi opera d’arte, su diversi supporti, identica all’originale) ha realizzato quattro opere utilizzate dalla produzione e dallo scenografo Francesco Frigeri per le riprese del film-documentario: “La Velata”, “La Trasfigurazione” di Raffaello e la Gioconda di Leonardo con il metodo Pictografia dipinta a mano e la “Madonna col bambino” sempre di Raffaello su affresco. L’immagine risulta omogenea nei colori, come se fosse dipinta, praticamente identica all’originale. L’illusione è perfetta ed è valsa a Lazzari riconoscimenti in tutto il mondo nei templi dell’arte e fra i nomi più illustri della cultura internazionale: ultimo in ordine di tempo l’allestimento a Jeju (suggestiva isola vulcanica della Corea del Sud) di un museo permanente dei più importanti artisti italiani, con oltre ottanta dipinti di Raffaello, Leonardo e Michelangelo. Ed ora sul grande schermo con questa prestigiosa produzione cinematografica “hi-tech” Sky3D. “Città di Castello, grazie ad un simbolo della nostra città come Raffaello e alla creatività e professionalità di un artigiano-imprenditore come Stefano Lazzari ed al suo giovane staff, entra a far parte di una importante produzione cinematografica che metterà in risalto ed esporterà in tutto il mondo le bellezze artistiche e la straordinaria laboriosità del nostro tessuto produttivo, che, nonostante la crisi e le difficoltà del momento riesce a farsi largo in ambito mondiale mettendo la firma su progetti di assoluto rilievo culturale e promozionale”. E’ quanto dichiarato dal vice-sindaco e assessore alla cultura Michele Bettarelli, nel corso di una visita al laboratorio della “Bottega Artigiana Tifernate”. “L’inserimento della nostra città attraverso le opere realizzate da Stefano Lazzari nella produzione cinematografica su Raffaello Sanzio – ha proseguito Bettarelli – cade proprio nel momento in cui si celebra con il centenario della nascita e fra poco l’inaugurazione del terzo museo, il genio di una icona dell’arte contemporanea come Burri che si fonde quasi d’incanto con il Rinascimento di Raffaello, entrambi segni indelebili della storia della nostra città”. “E’ un onore per la nostra azienda artigianale, per la mia famiglia, i collaboratori poter rappresentare Città di Castello attraverso le opere di Raffaello ed essere inserito in una produzione cinematografica cosi’ prestigiosa”, ha dichiarato Stefano Lazzari. A dare il volto a Raffaello Sanzio nelle ricostruzioni storiche sarà l’attore e regista Flavio Parenti (To Rome With Love, Io sono l’amore, Un Matrimonio). Il film (della durata di 90’) esordirà nei cinema italiani in Primavera 2017 distribuito da Nexo Digital, per poi approdare in tv su Sky (Sky 3D, Sky Cinema e Sky Arte) ed essere distribuito nei cinema di 60 paesi del mondo. La produzione esecutiva è affidata a Magnitudo Film. “Raffaello – il Principe delle Arti – in 3D” esordirà sulla scia dei successi delle tre precedenti produzioni: ‘Musei Vaticani 3D’, realizzato con la Direzione dei Musei Vaticani, è stato distribuito in 60 paesi e 2mila cinema per oltre 245mila spettatori, è tuttora classificato come il contenuto d’arte più visto nei cinema del mondo da sempre; ‘Firenze e gli Uffizi 3D’, patrocinato dal MIBACT e dal Comune di Firenze, record di incassi nei cinema italiani (91mila spettatori solo in Italia e già oltre 200mila nel mondo) e di ascolti su Sky, e in distribuzione in 60 paesi del mondo e si appresta a superare il primato di Musei Vaticani 3D, ha vinto il Nastro d’Argento ed ha inaugurato il progetto per le scuole ‘Italia: la Scuola del Bello’; ‘San Pietro e le Basiliche Papali di Roma 3D’, prodotto in collaborazione con il Centro Televisivo Vaticano in occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia, ha esordito in 250 cinema italiani classificandosi ai primi posti del box office nazionale con circa 30mila spettatori, è stato insignito dal MiBACT – Direzione Generale Cinema del titolo di film riconosciuto di interesse culturale.  

 


Condividi questo contenuto

Privacy - Note legali - Accessibilità - Posta interna - Posta Elettronica Certificata - Contatta il Comune - Cookie Policy

Comune di Città di Castello - Piazza Gabriotti, 1 06012 Città di Castello (PG) - Telefono 07585291 Telefax 0758529216
Posta elettronica certificata (Pec) comune.cittadicastello@postacert.umbria.it
Codice Iban: IT 38 R 01030 21600 000002529803 (Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Garibaldi - 06012 Città di Castello PG)

Il portale del Comune di Città di Castello (PG) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Città di Castello (PG) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it