Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

NONNI CIVICI PER COADIUVARE LA POLIZIA MUNICIPALE SU CONTROLLO E SICUREZZA STRADALE, SCOLASTICA, VIGILANZA DI PARCHI E CENTRO STORICO - INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE PSI, LUIGI BARTOLINI
Comune Palazzo
19.11.2016 -

Istituire la figura dei “nonni civici”, per coadiuvare la polizia municipale su controllo e sicurezza stradale, scolastica, aree verdi e arredo urbano. Lo chiede in una interrogazione il consigliere del Psi, Luigi Bartolini. “In varie città d’Italia, alcune amministrazioni comunali hanno già individuato come risolvere dei piccoli ma significativi problemi legati alla sicurezza stradale, alla tutela e salvaguardia dell’arredo urbano e delle aree verdi e parchi cittadini attraverso la collaborazione di volontari, perlopiù pensionati che mettono a disposizione parte del loro tempo libero per servizi di pubblica utilità. Considerato che il comune di Città di Castello – precisa Bartolini - registra da tempo carenza di personale nella pianta organica della polizia municipale che ha molti ed onerosi compiti da svolgere, peraltro tutti espletati sempre con dedizione e professionalità e tenuto conto inoltre della necessità in particolare ogni mattina, all’ingresso e all’uscita delle scuole, specie quelle della prima infanzia, elementari e medie, di presidiare le stesse e vigilare sul deflusso degli studenti nella massima sicurezza si potrebbe provvedere a redigere un regolamento per rendere operativi i cosidetti “nonni civici”, cittadini in quiescenza che si mettono a disposizione per supportare in diversi compiti e situazioni il personale della polizia municipale e sotto il loro controllo adoperarsi anche per la tutela e salvaguardia dei parchi e del centro storico”. “Per questi motivi chedo al Sindaco e alla Giunta – conclude Luigi Bartolini - di mettere in atto questo progetto, ed istituire anche a Città di Castello la figura dei cosidetti “nonni civici”, attraverso tutti coloro che aderiranno a questo progetto e saranno sicuramente orgogliosi di farne parte.”

 


Condividi