Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

MASCIARRI E MORANI (PSI): POTENZIARE GLI UFFICI DEL GIUDICE DI PACE
Comune Palazzo
28.11.2016 -

 

Ribadire l'importanza del mantenimento a Città di Castello degli uffici del Giudice di Pace, resa possibile dall’assunzione da parte del Comune degli oneri relativi alla sede,  e aumentare l'efficienza del presidio, rimasto l’unico punto di riferimento giudiziario nell’area compresa tra Arezzo e Perugia, sviluppando il lavoro già fatto dagli impiegati comunali per completare l’informatizzazione di tutti i servizi. Sono gli obiettivi della mozione che è stata proposta al consiglio comunale da Ursula Masciarri e Vittorio Morani (Psi), che puntano a sollecitare l’implementazione dell’operatività della struttura anche in vista dell’ampliamento delle competenze del Giudice di Pace previsto dalla legge delega di riforma della magistratura onoraria 57/2016. Con il documento gli esponenti della maggioranza chiedono, infatti, alla massima assise cittadina di promuovere “l’istituzione di un tavolo di confronto con il Tribunale di Perugia e l’Ordine degli Avvocati di Perugia per poter utilizzare negli Uffici del Giudice di Pace di Città di Castello stagisti inseriti nelle graduatorie del Tribunale, già formati e a conoscenza del sistema informatico della giustizia, di personale e mezzi con il contributo dell’Ordine degli Avvocati di Perugia per completare l'automatizzazione di tutti i servizi e la trasformazione dell’archivio cartaceo, sia di quello penale che quello civile, in formato elettronico”. Con il potenziamento dell’attività degli uffici, per Masciarri e Morani sarebbe auspicabile che venisse reso possibile anche “il deposito presso il presidio cittadino di istanze e di relazioni di amministratori di sostegno (ADS), tutori (per gli interdetti) e di curatori (per gli inabilitati) con cadenza mensile, evitando ai cittadini che ricoprono tali funzioni di recarsi negli uffici del Tribunale di Perugia o di avvalersi di professionisti e di agenzie di servizi”, e che venisse istituito a cadenza mensile “un servizio per la ricezione della dichiarazione e per la redazione del relativo atto notorio per la successione ereditaria, nonché per la dichiarazione di rinunzia all'eredità”.

 


Condividi