Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

DONARE GLI ORGANI CON UN FIRMA SULLA CARTA DI IDENTITA': A CITTA' DI CASTELLO PRESENTATO IL PROGETTO "UNA SCELTA IN COMUNE"
CAmpanili
13.01.2017 -

 

 

 

 

 

 

Da qualche giorno anche a Città di Castello è possibile aderire alla campagna di donazione degli organi con un firma sulla Carta di identità: il progetto si chiama “Una scelta in comune” e vede l’Umbria come regione-pilota di questa espressione di volontà al momento della richiesta o del rinnovo del documento personale. “E’ un passo avanti di civiltà” per l’assessore ai Servizi Sociali Luciana Bassini, che ha ricordato “quante vite sono state salvate da altre vite, attraverso l’espianto e la donazione degli organi. Oggi abbiamo un motivo in più per aderire e partecipare a questa forma di solidarietà universale, resa possibile dai progressi della scienza e da un comune, sempre più vicino al cittadino” ha aggiunto, passando la parola a Daniela Salacchi, responsabile del Servizio Demografico, che ha illustrato nel dettaglio l’operazione: “Gli operatori propongono l’opzione - volontaria e non obbligatoria - al cittadino maggiorenne e, nel caso l’utente voglia esprimersi, può scegliere tra no o sì. La sua posizione viene trascritta in un modulo e trasmessa attraverso una piattaforma informatica sicura al Centro Trapianti, anche se in qualsiasi momento, anche più volte, l’interessato può cambiare idea  e aggiornare la propria adesione, con un’istanza all’Urp della Asl 1. Sarebbe importante affiancare al progetto una campagna di informazione fin dalle prime classi elementari per far crescere la cultura della donazione e superare così resistenze o paure”. Sono state Gioia Calagreti, medico della Direzione sanitaria della Asl 1 Umbria, e Manuela Toccoletti, medico di Anestesia e Rianimazione presso l’ospedale di Città di Castello, a spiegare come “l’espianto sia una procedura legata alla verifica di prove introcontrovertibili e certe dell’avvenuto decesso attraverso un tempo di monitoraggio, alcune manovre specifiche e l’esame di parametri vitali, tra cui quello decisivo dell’attività celebrale. Quando avviene la certificazione della morte, donare i propri organi ed i propri tessuti non è una perdita ma un modo per permettere ad altri di non morire, un gesto generoso, che nulla cambierebbe ormai del nostro destino”.  Il progetto “Una scelta in comune” è pubblicato sull’home page del sito del comune di Città di Castello, www.cittadicastello.gov.it, dove è  disponibile anche il collegamento alla sezione della Regione Umbria dedicato alla Donazione di organi. I link sono rispettivamente goo.gl/MmpwkF e goo.gl/8kR2xB.

 

 


Condividi