Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

UN LIBRO, SOLIDARIETA' E IMPEGNO SOCIALE NEL RICORDO DI CARLO BIANCHINI IMPRENDITORE DI SUCCESSO CHE AMAVA TANTO LA SUA GENTE E LA CITTA' - BACCHETTA:"GENIALITA' PRODUTTIVA E GRANDE CUORE"
Comune Palazzo
23.01.2017 -

“Ricordo e solidarietà nel segno di un grande imprenditore scomparso, un tifernate che voleva bene alla sua città, allo sport e a tutta la collettività di cui andava orgoglioso in ogni parte del mondo, trasmettendo questi sentimenti anche negli ultimi momenti di vita alla famiglia, alla moglie Patrizia, ai figli Carlo Jr, Lorenza e a tutte le maestranze dell’azienda diventata grazie anche alla sua tenacia e capacità, leader del settore al livello internazionale”. E’ quanto dichiarato dal sindaco, Luciano Bacchetta, intervenuto, presso la Sala degli Specchi del Circolo degli Illuminati, alla partecipata cerimonia della presentazione del libro (coordinata dal giornalista Elio Vagnoni), “Genialità e creatività nell’imprenditore Carlo Bianchini” a cura di Salvatore Pezzella, una preziosa opera editoriale, fortemente voluta dalla famiglia per ricordare il proprio familiare attraverso contributi di amici, dipendenti, rappresentanti istituzionali e di categorie produttive, associazioni sportive e di volontariato, con cui Carlo Bianchini, prematuramente scomparso nel mese di Agosto 2016, era venuto più diretttamente a conttato per vari motivi nel corso della sua vita. “Con piacere ed orgoglio ho accettato di buon grado l’invito che mi è stato rivolto da Lorenza per ricordare il padre Carlo – ha proseguito Bacchetta - un grande amico, un imprenditore di successo, un tifernate sempre vicino alla realtà territoriale che ha lasciato un vuoto incolmabile con la sua prematura scomparsa. Carlo Bianchini, come tutti i tifernati “veraci”, che mettono a disposizione della collettività il proprio talento, la voglia di fare impresa e di esportare il “made in altotevere” in tutto il mondo, è stato un personaggio di primo piano della vita sociale, economica e sportiva della nostra città. Ha seguito passo dopo passo le orme del padre Amadio, fondatore di quella che poi nel corso dei decenni del secolo scorso è diventata una delle realtà produttive più interessanti e dinamiche della nostra vallata, fino a specializzarsi con successo in settori innovativi come quello delle energie rinnovabili, restando sempre ancorata all’origine, con orgoglio, di officina dell’ingegno artigianale. Altri più competenti di me in materia hanno avuto modo di tessere le lodi sotto il profilo dei risultati raggiunti in ambito produttivo e artigianale da Carlo Bianchini, da suo fratello Angelo e ora dai figli e dalla famiglia tutta, io l’ho voluto ricordare come padre di famiglia, come amico, come sportivo e tifernate sempre pronto a collaborare per il bene della città, Città di Castello, che amava tanto e che portava con sé nel cuore in ogni occasione importante di lavoro all’estero o in giro per l’Italia,” ha concluso il sindaco Bacchetta. Particolarmente toccante, ricco di emozione, il momento in cui, dopo l’intervento del sindaco e del vescovo diocesano, monsignor,  Domenico Cancian, hanno preso la parola la moglie Patrizia, i figli Lorenza e Carlo Junior, ricordando prima di tutto “i giorni, 15.021 vissuti in perfetta sintonia con il marito e padre di famiglia”.  Il ricavato della vendita del libro è stato destinato alla struttta di Nefrologia del Santa Maria della Misericordia di Perugia, rappresentata dal dottor Emidio Nunzi, anche lui presente all’incontro e commosso come tutti quelli che hanno ricordato Carlo Bianchini, in una serata che ha visto riunito il mondo delle isitituzioni, della collettività locale e dell’imprenditoria tifernate e perugina.

 


Condividi