Comune di Città di Castello (PG)

"INVARIANZA FISCALE E INVESTIMENTI PER OLTRE SETTE MILIONI". BETTARELLI PRESENTA IL BILANCIO 2017 DEL COMUNE DI CITTA' DI CASTELLO

mercoledì 22 novembre 2017
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
..
"INVARIANZA FISCALE E INVESTIMENTI PER OLTRE SETTE MILIONI". BETTARELLI PRESENTA IL BILANCIO 2017 DEL COMUNE DI CITTA' DI CASTELLO
Cooperazione
23-03-2017 -

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ un bilancio in equilibrio tra minori risorse statali e sostegno alla ripresa economica quello che Michele Bettarelli il vicesindaco e assessore al Bilancio del Comune di Città di Castello presenterà oggi pomeriggio alla commissione Economica, in vista dell’esame da parte del consiglio comunale giovedì 30 marzo.

I fondamentali della manovra finanziaria 2017 sono riassumibili in pochi indici: invarianza tributaria per Imu, Tasi e Irpef, riduzione della Tari, investimenti per 7 milioni di euro con particolare riferimento alla valorizzazione dell'area di palazzo Vitelli a S. Egidio (1,5 milioni) e alla viabilità (600mila).

 

“Tenere sotto controllo aliquote tra le più basse dell’Umbria sui tributi principali senza rinunciare ad alcuni progetti qualificanti non era affatto scontato in un contesto di tagli progressivi ai fondi statali, che nel caso di Città di Castello significano oltre 7 milioni in meno negli ultimi 7 anni in un bilancio di circa 70 milioni. Scontiamo minori entrate straordinarie, derivanti principalmente da permessi edilizi, per un milione e settecentomila” anticipa Bettarelli, indicando nella ulteriore riduzione della spesa interna e nella razionalizzazione degli stanziamenti i due parametri su cui si è maggiormente lavorato per far quadrare i conti, senza intaccare il livello dei servizi, della protezione sociale e delle prospettive programmatiche.

 

“Il bilancio salvaguarda la parte di cofinanziamento (circa 600mila euro) al denso programma di Agenda Urbana, che svilupperà interventi per oltre quattro milioni, ottenendo il duplice obiettivo di una città sostenibile e di impulso al sistema economico. Si è reso invece necessario adeguare alcune tariffe, inferiori ai parametri minimi del servizio erogato: siamo intervenuti nel trasporto scolastico, coperto dall’utente per appena il 17 per cento; sulla concessione dei loculi cimiteriali e sull’illuminazione votiva, che passa da 16 a 20 euro l’anno, sulla Cosap, il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, fermo dal 2013, sulle tariffe, in alcuni casi quasi simboliche, della ricca e diffusa impiantistica sportiva, mantenendo un regime di favore verso l’attività diretta alle categorie giovanili per l’evidente valore sociale”.

 

Entrando nel dettaglio degli investimenti, Bettarelli parla del restauro della porzione di mura urbiche rimanente, attigue a Palazzo Vitelli a Sant’Egidio, dove sono in corso i lavori per la sede del Centro di arte contemporanea; ma il 2017 sarà anche l’anno del via libera alla nuova della Caserma dei Carabinieri nella zona di Viale Europa, dei lavori antisismici nelle scuole, del Cva di Titta e Badiali e dell’acquisto per gli arredi finali della Biblioteca a Palazzo Vitelli a San Giacomo. “Tra le voci principali abbiamo inserito anche la manutenzione della viabilità, i lavori nel cimitero monumentale e la valorizzazione di un patrimonio pubblico pregiato, che da costo deve tornare ad essere fonte di finanziamento. Nei prossimi mesi per rilanciare gli insediamenti produttivi, procederemo all’alienazione dei vincoli per le zone Pip, così da dare una maggiore autonomia ai proprietari dei lotti”. “

 

Infine voglio ricordare la funzione di supplenza che il Comune si è assunto pur di mantenere alcuni servizi che altrimenti lo Stato avrebbe soppresso. Attualmente è grazie all’Amministrazione, che ha messo a disposizione i locali, se Città di Castello può mantenere il presidio dei Carabinieri a Trestina, il Giudice di Pace, lo Sportello di Equitalia e da ultimo l’Ufficio dell'Agenzia delle Entrate”. “Il bilancio del Comune di Città di Castello, in quadro di ulteriori tagli e in un contesto di forti criticità finanziarie per altri enti locali, anche a noi vicini - conclude Bettarelli -  è un bilancio sano, che può permettersi, a fronte dei pensionamenti, di integrare la macchina amministrativa con nuove professionalità. Le assunzioni, part time e con lo scorrimento in graduatoria, programmate per il 2017 riguardano: un vigile urbano, cinque istruttori amministrativi, un geometra, un programmatore, due operai specializzati, e nel triennio 13 educatrici di infanzia, di cui 8 per stabilizzazione”.

 

 

 

(Allegate foto)

 

 

 


Condividi questo contenuto

Privacy - Note legali - Accessibilità - Posta interna - Posta Elettronica Certificata - Contatta il Comune - Cookie Policy

Comune di Città di Castello - Piazza Gabriotti, 1 06012 Città di Castello (PG) - Telefono 07585291 Telefax 0758529216
Posta elettronica certificata (Pec) comune.cittadicastello@postacert.umbria.it
Codice Iban: IT 38 R 01030 21600 000002529803 (Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Garibaldi - 06012 Città di Castello PG)

Il portale del Comune di Città di Castello (PG) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Città di Castello (PG) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it