Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

GARA DEI RIFIUTI: INTERROGAZIONE DI LIGNANI
News
06.04.2017 -


Ancora Sogepu all’attenzione del consiglio comunale di Città di Castello con l’interrogazione di Andrea Lignani Marchesani, capogruppo di Forza Italia: “Il quesito è stato depositato a febbraio” ha precisato, illustrando il documento, “rimangono i dubbi su potenziali partner di cordata di Sogepu nella gara d’ambito dei rifiuti e sui partecipanti in generale per una questione di riservatezza, più volte invocata dal Comune. Ma nonostante la mia richiesta tramite posta certificata risalente a mesi fa, neanche il presidente di Sogepu, che avrebbe potuto ragguagliarmi in proposito, ha risposto. Colgo l’occasione per rimarcare le conseguenze geopolitiche del passaggio dall’Ati 1 all’Auri. Al di là del quesito sulla tempistica della gara, vorrei sapere chi proclamerà il vincitore e da chi in vincitore riceverà il servizio? Chi ottempera dal punto di vista finanziario nella cessazione del soggetto che ha bandito la gara?. Se l’Auri è successore giuridico dell’Ati1, ne conserva la volontà politica?”. “I quesiti sono fondati” ha detto il sindaco Luciano Bacchetta, leggendo la risposta del vicesegretario del Comune Giuseppe Rossi, dal 1 Aprile, direttore generale dell’Auri. “Dato che gli Ati non ci sono più, il successore dei 4 Ati è l’Auri, composto da 8 rappresentanti tra cui il sindaco di Città di Castello. Alcuni territori hanno tentato di dire che questa gara non andava più fatta ma il tentativo è stato respinto. Ciò non vuole dire che siamo al riparo da rischi perché gli interessi economici e politici sono molto grandi. Noi, sani, rischiamo di rimanere intrappolati in partite che non abbiamo giocato. Ci muoviamo con prudenza. La procedura è stata rallentata dalla richiesta di parere ad Anac per evitare rischi e ricorsi soprattutto sull’esclusione di alcune ditte. La gara è complessa: sono 18 i candidati a partecipare alla gara dell’Ati1, alla gara dell’Ati2 c’era solo Gesenu, all’Ati 3 solo Vus. Il vincitore della gara, esperita dall’Auri, è incerto: noi tifiamo per la nostra società ma non possiamo fare altro”. Nella replica Lignani ha dichiarato “I tempi saranno lunghi e le spinte centrifughe dentro l’ex Ati aumenteranno. Se le cose non andranno come il comune si augura, sarebbe proprio il comune a dire che l’Ati1 non esiste più”.
 
 

 


Condividi