Comune di Città di Castello (PG)

ANSA DEL TEVERE: ALLO STUDIO UN BANDO PER LA GESTIONE. INTERPELLANZA DI MORINI, TIFERNO INSIEME: "TANTI SOLDI PER UNA STRUTTURA INUTILIZZATA"

mercoledì 22 novembre 2017
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
..
ANSA DEL TEVERE: ALLO STUDIO UN BANDO PER LA GESTIONE. INTERPELLANZA DI MORINI, TIFERNO INSIEME: "TANTI SOLDI PER UNA STRUTTURA INUTILIZZATA"
Inverno
30-05-2017 -


All’attenzione del consiglio comunale di Città di Castello il recupero dell’anfiteatro Ansa del Tevere Alexander Langer.
Interpellanza. “Una vexata quaestio. Da 25 anni è rimasto inutilizzato - ha detto presentando un’interpellanza Nicola Morini, capogruppo di Tiferno Insieme “Il parziale recupero delle gradinate è quasi terminato. Nelle linee programmatiche non è presente un chiaro riferimento: la Giunta ha un progetto di recupero? I recenti lavori superano i problemi di agibilità? Quali sono le destinazioni finali e con quali costi di manutenzione? Quanto è costato? Quanti soldi serviranno ancora? Attualmente è una cattedrale nel deserto eppure il denaro investito è tantissimo. Si configura il danno erariale: soldi per una struttura che non è fruibile”.
La risposta dell’assessore. “Abbiamo un progetto di recupero che è stato inserito nel progetto di rivitalizzazione del Parco fluviale del 2012. Dopo il completamento dei lavori per l’idoneità al pubblico spettacolo e di riqualificazione urbana per le gradinate, ora è allo studio un bando pubblico per l’assegnazione dell’area” ha detto l’assessore al Patrimonio Monica Bartolini “I lavori delle gradinate non sono legati all’agibilità ma a liberare ulteriori spazi, allo stato grezzo, per una migliore gestione. L’anfiteatro non è mai stato inagibile. I costi finora sostenuti da Comune ammontano a 140mila euro per l’area sottostante le gradinate e 131mila euro per rifunzionalizzazione di Parco Langer”. L’assessore Luca Secondi, che nella scorsa legislatura si è occupato della struttura, ha aggiunto che “il progetto ha interessato anche il Canoa club e il parco di Rignaldello. Per la gestione ci ispireremo a quest’ultimo, anche se il Parco Langer è molto più ampio e interessa Agenda Urbana, che nell’Ansa del Tevere ha una progettualità importante legata alla mobilità sostenibile”.
Dibattito. “Più volte ho chiesto lumi sull’opportunità - problema dell’Ansa” ha detto Cesare Sassolini, capogruppo di Forza Italia, “il progetto è di cinque anni fa ma gli effetti non si sono visti. Valutiamo l’ipotesi di bando pubblico e i lavori di Agenda Urbana per dare un contributo. Da sempre sento solo chiacchiere e qualche palliativo, come i giostrai o manifestazioni episodiche”. “Ormai sono quasi 40 anni di Parco Ansa, dove c’era una discarica a cielo aperto” ha detto Gaetano Zucchini, capogruppo del Pd “Furono giovani architetti con la consulenza di Alberto Burri a progettarlo come accesso alla città. Ne parlarono anche le cronache nazionali. Giusta una riflessione approfondita: ben venga il bando pubblico”. “Un altro esempio delle difficoltà dell’Amministrazione comunale” ha detto del Parco Vincenzo Bucci, capogruppo di Castello Cambia “il degrado dell’area molto avanzato con coltivazioni di tabacco molto ravvicinate. Non è un contrasto feroce ma si nota. Dobbiamo recuperare capacità di progettazione e rapporti per definire meglio la sua identità. Ma il comune non è stato in grado di valorizzare quell’area”.
Le repliche. Nella replica Morini si è detto insoddisfatto della risposta: “I costi: un miliardo e 600 milioni di lire nel 1994, più 272mila euro al 2017 per il solo anfiteatro e non è finita. Dopo 25 anni non è usufruibile a fronte di tanto denaro pubblico. Tra collaudo e agibilità c’è una differenza. Chi le ha scritto questa risposta? A suo tempo l’assessore Andreina Ciubini dichiarò il collaudo ma non l’agibilità perché all’interno mancavano gli impianti. Tutti sanno che l’anfiteatro non è usato. E’ un fallimento finanziario su un’opera pagata dai cittadini. Mi offende quando per il progetto si rimanda ad una delibera del 2012. Né la giunta né la maggioranza hanno un’idea. Non c’è una visione politica. Ma una tensostruttura per quando piove, tanto per fare un esempio?”. Secondi è intervenuto dicendo che “la delibera del 2012 ci ha permesso di avere risorse europee. La volontà dell’Amministrazione è di individuare un soggetto gestore. Con il Parco di Rignaldello ha funzionato, coinvolgendo la società civile. Non condivido la critica sulla coltivazione del tabacco. Il tabacco non è un problema per il Parco Ansa del Tevere. Il collaudo non preclude all’agibilità: gli impianti non sono stati terminati e per lasciare al futuro soggetto gestore libertà di progettare, l’agibilità sarà congrua alle finalità individuate. Parliamone in commissione”.

 


Condividi questo contenuto

Privacy - Note legali - Accessibilità - Posta interna - Posta Elettronica Certificata - Contatta il Comune - Cookie Policy

Comune di Città di Castello - Piazza Gabriotti, 1 06012 Città di Castello (PG) - Telefono 07585291 Telefax 0758529216
Posta elettronica certificata (Pec) comune.cittadicastello@postacert.umbria.it
Codice Iban: IT 38 R 01030 21600 000002529803 (Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Garibaldi - 06012 Città di Castello PG)

Il portale del Comune di Città di Castello (PG) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Città di Castello (PG) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it