Comune di Città di Castello (PG)

CENTRO ANTIVIOLENZA E LOTTA ALLA POVERTÀ IL 2014 DELL'ASSESSORE CIUBINI

venerdì 24 novembre 2017
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
..
CENTRO ANTIVIOLENZA E LOTTA ALLA POVERTÀ IL 2014 DELL'ASSESSORE CIUBINI
Cooperazione
07-01-2015 -

 

Lotta alle povertà e al degrado. “Pur se la nota dolente rimangono le nuove povertà, che sospinte dalla crisi si differenziano e di diffondono, l’intervento simbolo del 2014 è l’apertura del centro di ascolto antiviolenza, rivolto alle donne di tutto l’ambito sociale,  che al numero 075 8509444 garantisce un canale diretto per chi è in difficoltà” dichiara l’assessore alle Politiche sociali, Pari Opportunità e Patrimonio di Città di Castello Andreina Ciubini, sintetizzando il quadro degli interventi del 2014, che si sono concentrati sulle situazioni di maggiore vulnerabilità, spesse collegate ad una perdita della capacità reddituale . La violenza di genere è forse un riflesso del disagio e del degrado che larghe porzioni della società stanno vivendo e su cui come Amministrazione comunale siamo intervenuti pur nella progressiva diminuzione dei trasferimenti statali. Il piano per le famiglie ha dato seguito a 177 azioni a favore di nuclei bisognosi, oltre la metà tifernati, senza però riuscire a coprire le 541 domande pervenute. Altre consistenti risorse sono stati destinate a cittadini in condizioni di rischio o di necessità conclamata grazie anche alla nuova e efficace modalità offerta dall’Emporio della solidarietà. Riponiamo molta fiducia in un progetto di imminente attivazione, la Banca del Tempo, simile nello spirito all’attività dell’associazionismo familiare che abbiamo sostenuto anche ques’tanno “. “Tra le emergenze del 2014 - prosegue l’assessore - si è imposto il disagio abitativo, a contrasto del quale Comuni e Regione Umbria hanno predisposto un fondo per le morosità pari a 100mila euro per chi avesse un Isee non superiore ai 6500 euro o l’abbattimento recente ma gravoso del proprio reddito. Le istanze a cui abbiamo dato risposte per l’intero plafond finanziario a disposizione sono state di 76 per sfratto e 85 per riallacciare utenze non pagate a beneficio complessivamente di 577 persone. In questo settore portante delle politiche sociali nel 2015 effettueremo la programmazione di oltre 150mila euro del Prina, il Piano per la non autosufficienza, avvieremo il progetto Home Care Premium con un investimento di 80mila euro per 64 utenti non autosufficienti, che saranno gestiti a livello domiciliare, e proseguiremo con l’accreditamento delle strutture residenziali e semiresidenziali.

Disabilità. “La prima buona notizia viene dalla Campagna del Cinque per mille che ha raccolto oltre 4000 euro per l’assistenza scolastica a ben 27 alunni minori disabili e il servizio di trasporto scolastico per cinque di loro” spiega la Ciubini “Questo risultato è stato possibile anche grazie al sostegno economico della Fondazione Cassa di Risparmio. Un veicolo di promozione e di autonomia si conferma il Sal, Servizio di accompagnamento al lavoro, che ha avuto in carico 65 ragazzi di Città di Castello sui 116 casi generali. “28 richieste per le quali si è trovato una strada, grazie alle 110 aziende del territorio, che collaborano, e le categorie di tipo B. Nel 2014 poi sono stati conclusi 13 progetti, due dei quali con un contratto di lavoro vero e proprio per l’interessato”. Giudizio positivo per l’assessore Ciubini va anche al progetto Verso l’autonomia nell’ambito del quale tre ragazzi hanno potuto compiere un tirocinio formativo e al potenziamento del Servizio di cui hanno usufruito 16 giovani svantaggiati di Città di Castello .

Genitori e figli. “Il 2014 ha portato a compimento il percorso di formazione e di educazione alla genitorialità con un progetto, strutturato da ottobre 2013 a marzo 2014, che si è affiancato alle assegnazioni di carattere economico per dare strumenti di conoscenza ed intervento all’interno della famiglia. In particolare il progetto Crescere insieme genitori e figli ha coinvolto moltissime persone con figli nella fascia 0-18 anni grazie al contributo del Fondo per le politiche della famiglia. Il  Servizio Adozioni nazionali ed internazionali per consentire un maggiore accessibilità ai corsi riservati alle coppie in attesa ha raddoppiato le sedi e aggiunto un lavoro di gruppo nel periodo post adozione. Nonostante anche l’Amministrazione abbia dovuto rivedere alcune prestazioni nell’ambito dei tagli alle spese, abbiamo preservato i centri ricreativi, che per tante famiglie sono un riferimento nel periodo pomeridiano e una certezza per il sostegno all’attività scolastica. Le iscrizioni confermano una frequenza di oltre 100 bambini spalmata tra La Bottega di Merlino in via Cadibona, Marameo a Trestina e La Sfera Magica in via Milani. Nella programmazione annuale trovano spazio esperienze formative con le strutture e le associazioni del territorio, tra le quali particolarmente significativa è stata la visita al Centro Alzhaimer di Trestina.

 

 

 


Condividi questo contenuto

Privacy - Note legali - Accessibilità - Posta interna - Posta Elettronica Certificata - Contatta il Comune - Cookie Policy

Comune di Città di Castello - Piazza Gabriotti, 1 06012 Città di Castello (PG) - Telefono 07585291 Telefax 0758529216
Posta elettronica certificata (Pec) comune.cittadicastello@postacert.umbria.it
Codice Iban: IT 38 R 01030 21600 000002529803 (Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Garibaldi - 06012 Città di Castello PG)

Il portale del Comune di Città di Castello (PG) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Città di Castello (PG) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it