Comune di Città di Castello (PG)

ALLA RIPRESA DELLE LEZIONI DI SETTEMBRE A LERCHI E LA TINA SCUOLE COMPLETAMENTE RINNOVATE CON UN INVESTIMENTO DI OLTRE 500 MILA EURO

martedì 21 novembre 2017
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Comune di Città di Castello

Comune di Città di Castello
Piazza Gabriotti 1, 06012 Città di Castello (PG)
Partiva IVA: 00372420547
PEC comune.cittadicastello@postacert.umbria.it

..
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
..
ALLA RIPRESA DELLE LEZIONI DI SETTEMBRE A LERCHI E LA TINA SCUOLE COMPLETAMENTE RINNOVATE CON UN INVESTIMENTO DI OLTRE 500 MILA EURO
scuola
24-07-2017 -

 

“Alla ripresa delle lezioni di settembre saremo in grado di riconsegnare alle comunità scolastiche di Lerchi e La Tina due istituti capaci di soddisfare appieno le esigenze della didattica e alle aspettative delle famiglie in termini di sicurezza e funzionalità delle strutture”. E’ quanto dichiarano gli assessori alla Scuola Rossella Cestini e ai Lavori Pubblici Luca Secondi al termine dei sopralluoghi effettuati nei cantieri della scuola primaria di Lerchi e della scuola primaria di La Tina, nei quali sono in corso lavori di miglioramento degli edifici per un investimento complessivo di oltre 500 mila euro. Insieme al dirigente del Settore Lavori Pubblici Paolo Gattini e alla dirigente scolastica del Secondo Circolo Didattico Paola Avorio, Cestini e Secondi hanno potuto verificare con l’osservazione diretta lo stato di avanzamento degli interventi, confrontandosi con i tecnici responsabili e le ditte incaricate sulle modalità operative e sulla tempistica delle opere previste. Con un investimento di 140 mila euro, totalmente a carico del Comune, a Lerchi si sta lavorando per il miglioramento sismico dell’edificio con il rifacimento integrale del tetto della struttura e della soffittatura, mediante travi in legno lamellare e pannelli coibentati, una nuova impermeabilizzazione e un nuovo manto di copertura, che assicureranno un minor carico sulla muratura sottostante. Insieme, alla realizzazione di una fasciatura esterna in corrispondenza del solaio di sottotetto, queste opere contribuiranno a una importante riduzione del rischio sismico. Oltre alla tinteggiatura e alla revisione dell’intero sistema di raccolta delle acque piovane, l’intervento prevede anche la realizzazione di marciapiedi esterni e il rifacimento parziale dell’impianto di illuminazione. Grazie a un ulteriore investimento di 51 mila euro, sempre a carico del Comune, si procederà ad altre opere di finitura, tra le quali il rifacimento dei bagni, la verniciatura delle porte e dei radiatori e la realizzazione di un cappotto termico per l’ala sud dell’edificio. “A settembre l’attività didattica potrà ricominciare regolarmente come da impegni assunti con la comunità di Lerchi”, puntualizzano Cestini e Secondi nel sottolineare “la scelta di anticipare i lavori inizialmente previsti per giugno 2017, in modo da garantire il regolare inizio e svolgimento delle lezioni ed evitare il trasferimento degli allievi e di tutto il personale nel corso dell’anno scolastico”. A La Tina i lavori per 335 mila euro, di cui 300 mila finanziati dalla Regione nell’ambito del programma di efficientamento energetico complementari all’intervento di miglioramento sismico già effettuato sull’edificio e 35 mila investiti dal Comune, riguardano il completo rifacimento del’impianto di riscaldamento, con una nuova centrale termica, la sostituzione di tutte tubazioni di distribuzione interna e dei radiatori, questi ultimi con una maggiore resa e con caratteristiche antinfortunistiche a tutela dei bambini. In aggiunta all’intervento effettuato nel precedente cantiere per il miglioramento sismico con l’isolamento della copertura e la sostituzione di tutti gli infissi, le opere in corso di esecuzione permetteranno di assicurare una maggiore efficienza energetica e minori consumi, un maggiore comfort termico e la possibilità di una accensione differenziata dell’impianto tra aule, laboratori e uffici. “In un periodo di ristrettezze economiche l’amministrazione comunale continua a dare priorità al miglioramento degli edifici scolastici, come ha sempre fatto – osservano Cestini e Secondi – con la convinzione che l’investimento nella sicurezza e nell’idoneità normativa e didattica delle strutture che ospitano i nostri giovani sia una fondamentale scommessa sul futuro della nostra comunità”.  (ALLEGATE FOTO)

 


Condividi questo contenuto

Privacy - Note legali - Accessibilità - Posta interna - Posta Elettronica Certificata - Contatta il Comune - Cookie Policy

Comune di Città di Castello - Piazza Gabriotti, 1 06012 Città di Castello (PG) - Telefono 07585291 Telefax 0758529216
Posta elettronica certificata (Pec) comune.cittadicastello@postacert.umbria.it
Codice Iban: IT 38 R 01030 21600 000002529803 (Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Garibaldi - 06012 Città di Castello PG)

Il portale del Comune di Città di Castello (PG) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Città di Castello (PG) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it