Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

PARATA DI STELLE DEL CALCIO A VILLA MONTESCA NELL'INEDITO INCONTRO CON IL METODO MONTESSORI PROPOSTO LUNEDÌ DA "CULTURA IN GOAL"
villa montesca
19.08.2017 -

 

“Grazie a ‘Cultura in Goal’ Città di Castello sarà sede di un inedito e originale incontro tra cultura e sport, che avrà l’azzeccata caratteristica di mettere insieme un patrimonio di straordinario valore come quello del metodo Montessori e personaggi simbolo del mondo del calcio in un interessantissimo confronto con esperti della formazione accademica, che valorizzerà una volta di più Villa Montesca come contenitore ideale per eventi di alto profilo”. Il vice sindaco con delega alla Cultura Michele Bettarelli e l’assessore allo Sport Massimo Massetti presentano così l’appuntamento di lunedì 21 agosto a Villa Montesca, dove dalle ore 17:30 si terrà l’evento dal titolo “Diamo la Formazione!”, un dialogo fra cultura e sport che vedrà la partecipazione del giornalista di Sky Paolo Condò, ex prestigiosa firma della Gazzetta dello Sport, unico professionista italiano nella giura del Pallone d’Oro e recente vincitore del Premio Internazionale di Ischia per il giornalista sportivo dell’anno; di Silvano Ramaccioni, storico direttore sportivo del Perugia e team manager del Milan; di Beppe Dossena,  campione del mondo nel 1982; del presidente della Fondazione Hallgarten Franchetti Villa Montesca Angelo Capecci e di Maurizio Oliviero, ambasciatore del progetto Erasmus per l’Italia. L’iniziativa, appuntamento clou del programma 2017 di “Cultura in Goal”, sarà promossa sotto la regia di Letizia Guerri di Group Tevere Servizi con il patrocinio dell’Associazione Italiana Calciatori, della Regione Umbria e del Comune di Città di Castello, e offrirà un terreno di incontro inesplorato al rapporto tra il mondo della cultura e dello sport, attraverso le storie di grandi campioni, del legame fra territorio e crescita dei giovani che saranno raccontate da Condò in un confronto di esperienze con Ramaccioni e Dossena, cui Capecci e Oliviero legheranno il tema della formazione, ripercorrendo, rispettivamente, le tappe della nascita del metodo Montessori e dell'esperienza universitaria legata ai progetti Erasmus. “Nell’anno del centenario della morte del barone Lepoldo Franchetti questa iniziativa ci permette di allargare in maniera davvero interessante i confini di una esperienza culturale unica come quella del metodo Montessori – osserva Bettarelli - affrontando il tema dell’educazione e della formazione dei giovani nella prospettiva dello sport e dei legami con il territorio, con la possibilità di trarre dalle prestigiose personalità che saranno ospiti a Città di Castello interessanti spunti per sviluppare nuove esperienze in questi contesti”. Nell’ambito dell’iniziativa verrà assegnato a Paolo Condò il “Premio Cultura in Goal”, che in collaborazione con l’Associazione Italiana Calciatori e il Comune di Città di Castello da quest’anno sarà sempre conferito nel capoluogo tifernate per sottolineare l’operato di chi, attraverso il proprio lavoro in ambito nazionale e internazionale, sa unire l’amore per il calcio e per la cultura. “Il patrocinio dell’Associazione Italiana Calciatori per questo premio – evidenzia Massetti - è motivo di grande gratificazione per la nostra città, che avrà l’opportunità di divenire punto di riferimento per i personaggi più importanti del mondo del calcio e per un modo di interpretare le vicende di questo sport lontano dagli stereotipi e più attento alle dimensioni culturali e sociali che gli sono connaturate per tradizione”.

 


Condividi