Comune di Città di Castello (PG)

FIERE DI SAN BARTOLOMEO: TANTI VISITATORI. CONVEGNO SULLA FILIERA CORTA: "NELLE MENSE SCOLASTICHE PRODOTTI A CHILOMETRI ZERO"

giovedì 23 novembre 2017
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
..
FIERE DI SAN BARTOLOMEO: TANTI VISITATORI. CONVEGNO SULLA FILIERA CORTA: "NELLE MENSE SCOLASTICHE PRODOTTI A CHILOMETRI ZERO"
Documento
28-08-2017 -


“Né il caldo né le molte concomitanze hanno impedito alle Fiere di San Bartolomeo di confermarsi un appuntamento classico di fine estate, sia per le famiglie che per i visitatori”: commento positivo da parte dell’assessore al Turismo e Commercio di Città di Castello Riccardo Carletti alla tre giorni tifernate dedicata alle merci e al bestiame. 2000 degustazioni, poco meno di 200 espositori complessivi delle due sezioni, afflusso costante - tranne le ore più calde - dentro il perimetro della manifestazione. Questi sono alcuni dati di consuntivo per l’edizione 2017 a cui Carletti aggiunge valutazioni più generali: “C’è stato movimento sia nel centro storico che nell’area dell’Ansa del Tevere. Le energie mobilitate hanno avuto un ruolo importante: dalle società rionali e pro-loco al Centro di formazione Bufalini, fino alla Usl Umbria 1 con il Servizi Veterinario e la Rondine. Tanto concorso è stato premiato dal pubblico che ha continuano a rinnovare l’apprezzamento ad un’iniziativa ispirata ai valori ancora attuali del nostro passato rurale, come la sicurezza alimentare e l’alleanza con l’ambiente. Un indicatore oggettivo di tale riscontro è il totale delle degustazioni preparate dai ragazzi e dai docenti del Centro di formazione Bufalini, che hanno toccato quota duemila. Allo stesso modo i piatti della tradizione serviti negli stand delle società rionali Graticole e Riosecco e della pro-loco Piosina sono stati un’alternativa per molte famiglie, che hanno scelto trattenersi alla Fiera. Voglio citare i due popoli, spesso sovrapponibili, di chi ha frequentato le fiere e di chi era volontario delle fiere, segno che San Bartolomeo suscita ancora interesse e occupa un posto nell’identità cittadina”. Il messaggio etico-economico che dalla Fiera del Bestiame anche quest’anno è stato lanciato da allevatori ed operatori ha ribadito l’eccellenza delle produzioni locali e le necessità di un ricorso sempre più ampio a certificazioni e tracciabilità. Durante il convegno “La filiera corta: prospettiva di sviluppo e valorizzazione dei prodotti agricoli locali”, dalla zootecnia si è spaziato a tutto quello che “una volta era definito e considerato settore primario” riassume Rossella Cestini, intervenuta in quanto assessore alle Politiche educative, per parlare del sistema di ristorazione scolastica e del modello educativo-culturale, che da diversi anni ne sostiene i principi del capitolato di appalto. "Mangiare non è mai stato un fatto solo fisiologico. Oggi questa consapevolezza diventa etica e non solo culturale perché stili di vita non corretti possono incedere sul valore pubblico della salute a qualsiasi latitudine ed d'altro canto essere di orientamento per scelte personali che vanno ben oltre il regime dietetico. Come comune, e in stretto raccordo con le scuole, da tempo lavoriamo su questi temi tradotti a regime negli asili nido comunali e che saranno implementati dal prossimo affidamento del servizio di ristorazione scolastica, un pacchetto, nei periodi clou, da circa 2000 pasti al giorno. Nelle nostre mense, oltre alla filiera corta, i prodotti di base sono di derivazione biologica e a chilometri zero in particolare la carne fresca, i cereali, latticini, l’olio extravergine, le uova, ortofrutta formaggi. Dobbiamo porci come obbiettivo un ingresso stabile dei cosidetti chilometri zero anche nel paniere quotidiano delle famiglie".
 
(allegate foto)

 
Scarica allegato (1547 kb) File con estensione generica
Scarica allegato (4888 kb) File con estensione generica


Condividi questo contenuto

Privacy - Note legali - Accessibilità - Posta interna - Posta Elettronica Certificata - Contatta il Comune - Cookie Policy

Comune di Città di Castello - Piazza Gabriotti, 1 06012 Città di Castello (PG) - Telefono 07585291 Telefax 0758529216
Posta elettronica certificata (Pec) comune.cittadicastello@postacert.umbria.it
Codice Iban: IT 38 R 01030 21600 000002529803 (Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Garibaldi - 06012 Città di Castello PG)

Il portale del Comune di Città di Castello (PG) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Città di Castello (PG) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it