Comune di Città di Castello (PG)

INTERPELLANZA DEL CAPOGRUPPO NICOLA MORINI (TIFERNO INSIEME) SUI LAVORI EFFETTUATI PRESSO LA TORRE CIVICA

venerdì 24 novembre 2017
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
..
INTERPELLANZA DEL CAPOGRUPPO NICOLA MORINI (TIFERNO INSIEME) SUI LAVORI EFFETTUATI PRESSO LA TORRE CIVICA
Comune Palazzo
19-09-2017 -

Interpellanza del capogruppo, Nicola Morini (Tiferno Insieme) sullo stato di “salute” della Torre Civica. Il capogruppo di Tifrerno Insieme si rivolge a sindaco e giunta per “sapere in particolare se dopo i lavori effettuati a partire dal 2007 la Torre abbia implementato o meno la propria pendenza e se in caso di evento sismico odiernamente abbia maggiore o minore vulnerabilità sismica rispetto all’assetto precedente l’inizio dei lavori. Morini inoltre chiede spiegazioni circa “le motivazioni tecniche del secondo intervento di 100.000 più 500.000 euro posteriori al marzo 2007 che di fatto raddoppiarono la spesa per i lavori precedenti (600.000 euro); che avrebbero dovuto dare stabilità definitiva alla torre e di “conoscere l’esatto impegno finanziario fin qui adottato per i lavori fino ad oggi e se sindaco e giunta “intendono convocare una seduta della Commissione Assetto Territorio dedicata alla situazione della Torre civica”. Nella premessa alla richiesta di chiarimenti, contenuta nell’interpellanza, Morini precisa che, “le ultime amministrazioni comunali hanno intrapreso una serie di lavori per il consolidamento della Torre civica avviati ormai da più di dieci anni il cui costo dovrebbe aver ormai superato 1.300.000 euro, che nei primi giorni del mese di marzo 2007, in seguito ad un corposo intervento di consolidamento che doveva essere definitivo e prevedeva anche il “distacco” dal Palazzo Vescovile, la Torre ha subito un grave peggioramento della propria stabilità statica, che tale avvenimento ha di fatto più che raddoppiato i costi inizialmente previsti per l’intervento teso viceversa a migliorare la staticità strutturale della Torre soprattutto in caso di eventi sismici”. “In data 30 maggio 2017 – sottolinea ancora Morini - l’amministrazione comunale per tramite della Agenzia Stampa Comunale ha presentato i lavori relativi all’ultima step del progetto di recupero della Torre per riaprire al pubblico la struttura e che nell’occasione è stato presentato un sistema hi-tech che monitora in tempo reale ogni variazione dei fattori ambientali (eventi sismici, umidità e temperatura) e a proposito il Sindaco ha dichiarato “Con questo monitoraggio terremo costantemente sotto controllo lo stato di salute di un patrimonio della nostra città, che è ottimo dopo il geniale intervento di consolidamento dell’equipe dell’ingegner Giuseppe Tosti”; che a venire costantemente monitorata da strumenti speciali installati a 32 metri sono l’inclinazione della torre (che alla sommità dei 38 metri di altezza raggiunge gli 87 centimetri rispetto alla verticale equivalenti a circa un grado) e i movimenti determinati dai fattori ambientali, quali l’attività sismica, rilevata da una stazione Sismografica e che al primo step del progetto il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università di Perugia farà seguire una ulteriore proposta di sviluppo; che verrà presentata all’amministrazione comunale con l’obiettivo di integrare l’attuale monitoraggio attraverso estensimetri che misurino l’allontanamento della torre dal palazzo vescovile, accelerometri per la rilevazione dei movimenti alla sommità della struttura e la copertura dell’intera superficie del monumento con fibre ottiche”. “Tale gravoso impegno di spesa e le motivazioni addotte – conclude Nicola Morini - paiono contraddire le continue rassicurazioni dei nostri amministratori circa l’insussistenza di alcuna problematica riguardante la messa in sicurezza e la stabilità della torre

 


Condividi questo contenuto

Privacy - Note legali - Accessibilità - Posta interna - Posta Elettronica Certificata - Contatta il Comune - Cookie Policy

Comune di Città di Castello - Piazza Gabriotti, 1 06012 Città di Castello (PG) - Telefono 07585291 Telefax 0758529216
Posta elettronica certificata (Pec) comune.cittadicastello@postacert.umbria.it
Codice Iban: IT 38 R 01030 21600 000002529803 (Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Garibaldi - 06012 Città di Castello PG)

Il portale del Comune di Città di Castello (PG) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Città di Castello (PG) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it