Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

IN 150 PER IL PREMIO LETTERARIO CITTA' DI CASTELLO. OSPITE DELLA XII EDIZIONE MARINO BARTOLETTI ED IL SUO LIBRO. NEL FINE SETTIMANA AL TEATRO DEGLI ILLUMINATI
Documento
25.10.2018 -

 


Sono oltre 150 i manoscritti, tra prosa, poesia e saggi, che partecipano alla XII edizione del Premio letterario Città di Castello. Per la competizione letteraria sono tempi di vigilia: sabato 27 ottobre alle ore 16.30 presso il Teatro degli Illuminati sarà proclamato il vincitore delle tre sezioni ad insindacabile giudizio della prestigiosissima giuria del Premio, presieduta da Alessandro Quasimodo, e formata dal giornalista Antonio Padellaro, dalla storica Isabella Insolvibile, dall’Ambasciatore Claudio Pacifico, dal poeta e scrittore Gio Evan, dalla giornalista Isabella Ceccarini e dal critico Giovanni Zavarella. Michele Bettarelli, vicesindaco del comune di Città di Castello e assessore alla Cultura, ha sottolineato “l’onore di avere un premio nazionale dedicato alla città, che da quest’anno e per i tre successivi, sarà sostenuto dal comune attraverso una convenzione, perché ne riconosciamo l’alta valenza culturale e promozionale. Grazie al premio Città di Castello è arrivata in tutto il mondo attraverso agenzie culturali, che propongono il premio. 500.000 recapiti in tutto il mondo, anche grazie alla rete delle Università italiane, delle Ambasciate e degli Istituti Italiani di Cultura all’estero, nonché agli oltre 500 comitati della Società Dante Alighieri dislocati in tutti i continenti. Di questo lavoro di raccordo ringrazio Antonio Vella, anima del premio, per i talenti che ha trovato e per i riflettori che accende sui talenti di questo territorio, storicamente portatore di una cultura molto originale, basti pensare alla nostra immagine esterna e sintetizzata nel binomio Rinascimento e Contemporaneità”. Molti gli eventi che precederanno ed accompagneranno il premio: “In primo luogo la presentazione del libro di Marino Bartoletti, che preannuncia il suo ingresso in giuria e poi sabato la premiazione che coinvolgerà i 30 finalisti provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero” dice Antonio Vella, presidente dell’associazione Tracciati Virtuali che organizza il premio. “Sarà un pomeriggio ricco di interventi stimolanti, intrattenimento, ricco di suspence, alla scoperta dei vincitori e delle storia con cui hanno convinto i giurati. In controtendenza con la maggior parte dei concorsi letterari italiani, il nostro premio registra un incremento addirittura del 27% rispetto all’edizione 2017, a testimoniarne l’autorevolezza nel panorama letterario italiano. Ma non solo italiano. Infatti il Premio Letterario “Città di Castello” vanta la partecipazione di scrittori di numerosi altri Paesi esteri, e anche quest’anno si registra la presenza di autori provenienti dalla Germania, dalla Svizzera, dalla Francia, dalla Danimarca, dalla Croazia”.
Bartoletti arriverà a Città di Castello domani, venerdì 26 ottobre. Alle ore 18.00: presso il Teatro degli Illuminati è in programma la presentazione del suo libro BAR Toletti: così ho digerito Facebook. Interverranno l’autore, intervistato da Renato Borrelli. Nel corso del pomeriggio di sabato 26 Ottobre Antonio Vella, promotore del Premio Letterario Città di Castello consegnerà a Paola Tardioli Presidente della Associazione «Camera 7 – Quinto Piano – Comitato “Federico Padovani”» una donazione con i proventi derivanti dalle attività dei soci durante l’anno 2018. Alla premiazione interverranno la Presidente dell’Assemblea Legislativa dell’Umbria Donatella Porzi, il Sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta, e Michele Bettarelli Assessore alla Cultura del Comune di Città di Castello. Per il primo e secondo classificato di ogni sezione ci sarà la pubblicazione del libro, per il terzo un’opera dell’artista umbro Sergio Gotti, dal quarto al decimo i premi consisteranno in libri. Bettarelli e Vella guardando in prospettiva hanno riservato un’attenzione particolare alla sezione speciale per gli studenti degli istituti superiori, una parte del premio “che vogliamo sviluppare perché esistono molti percorsi dedicata alla promozione della lettura ma ci piacerebbe far crescere in parallelo anche la scrittura come forma di espressione artistica e come modalità di raccontare i tempi belli e difficili in cui i giovani si trovano a crescere. A questo in vista della convenzione triennale riserveremo un impegno particolare e auspichiamo che anche le scuole ritengano tale attività culturale di prima importanza per i loro alunni”.  
 

 


Condividi

Eventi correlati