Comune di Città di Castello (PG)

TRE MOSTRE PER PINACOTECA CONTEMPORANEA. LA PRIMA DI CARLO ZAULI. INAUGURAZIONE VENERDÌ 10 APRILE.

venerdì 17 novembre 2017
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
..
TRE MOSTRE PER PINACOTECA CONTEMPORANEA. LA PRIMA DI CARLO ZAULI. INAUGURAZIONE VENERDÌ 10 APRILE.
Burri
03-04-2015 -

 

Anche Palazzo Vitelli alla Cannoniera, il più ricco di Rinascimento dei tre che la signoria ha lasciato a Città di Castello diventa “contemporaneo” in omaggio al Centenario di Alberto Burri e all’impronta decisiva che, come l’arte del Cinquecento, ha impresso nel sostrato architettonico e storico della città. Lo fa con tre esposizioni unite nel titolo “Pinacoteca contemporanea” e nel cercare una “relazione con Alberto Burri” ha dichiarato il vicesindaco Michele Bettarelli, sottolineando come “il museo nel 2015 parteciperà del clima del Centenario e della sua cifra culturale con manifestazioni a tema, che sono un omaggio a Burri ma anche un percorso di riflessione, rivisitazione, valorizzazione della produzione artistica locale, mai avulsa dal magistero dei grandi artisti che hanno abitato la nostra storia e la nostra città”. La prima delle mostra è ormai prossima: il vernissage è previsto alle 18.00 di venerdì 10 aprile ed è una personale incentrata sui “Bianchi” di Carlo Zauli, ceramista scomparso circa 12 anni fa “con molti punti di contatto con Alberto Burri” ha spiegato la figlia Monica Zauli, curatrice della mostra, che è formata da circa 30 opere tratte dal museo Carlo Zauli di Faenza: “Mio padre si è sempre sentito collegato a Burri nel lavoro che ha compiuto con la materia all’interno di un discorso informale. Le sue sperimentazioni con gres e gli smalti propri della maiolica derivano dalla volontà di indagare a fondo le sue potenzialità: il bianco che abbiamo scelto per il manifesto ad esempio è un errore: la spaccatura fu un effetto casuale di uno sbalzo termico nella cottura ma accese una luce in mio padre che da lì iniziò ad indagare su questo processo, che dà origine a viraggi cromatici dal bianco al nero”. Le opere saranno esposte fino al 11 giugno nell’ala nuova, documenteranno tutto il ciclo artistico, dal 1967 alla metà degli anni Ottanta, e saranno accompagnate da frasi scritte da critici d’arte e scrittori arte di Zauli e da scritti di Zauli stesso sul suo lavoro”. Partner tecnico dell’iniziativa è la Cooperativa Atlante, che tramite il presidente Gregorio Battistoni, ha annunciato per i mesi a venire un altro evento espositivo dedicato al processo creativo di Alberto Burri e le sue implicazioni sul piano artistico, che chiuderà il programma di “Pinacoteca contemporanea”. Anche la seconda mostra, “Terrae”, “ha come filo conduttore la ceramica - ha spiegato, per la Cooperativa promotrice Il Poliedro, Isabella Consigli - “scandirà l’estate dell’anno di Burri e ricorderà un altro centenario illustre, quello di Leoncillo Leonardi. La prima sezione della mostra, intitolata La ceramica nella stagione informale,  sarà allestita nell’ala nuova, ospitando la produzione Informale dei maggiori artisti del dopoguerra; la seconda, nella cosiddetta Manica Lunga, La ricerca nella ceramica contemporanea, sarà un tributo simbolico agli artisti umbri, Alberto Burri e Leoncillo Leonardi”. La mostra “Terra”, dal 22 agosto al 1° Novembre, nasce grazie a un'idea di Simona Baldelli, con la collaborazione di Lorenzo Fiorucci, Simone Negri e il patrocinio della rivista specializzata “La ceramica in Italia e nel mondo”. Le tre iniziative sono sostenute dall’Associazione Palazzo Vitelli a Sant’Egidio, che con il presidente Fabio Nisi, ha ribadito “l’importanza di un’operazione che vuole approfondire il ruolo della ceramica come materia artistica per Città di Castello e i numerosi talenti che ha saputo formare. Anche questa forma di espressione rappresenta un’eccellenza da non sottovalutare”.

 
Scarica allegato (11706 kb) File con estensione generica


Condividi questo contenuto

Privacy - Note legali - Accessibilità - Posta interna - Posta Elettronica Certificata - Contatta il Comune - Cookie Policy

Comune di Città di Castello - Piazza Gabriotti, 1 06012 Città di Castello (PG) - Telefono 07585291 Telefax 0758529216
Posta elettronica certificata (Pec) comune.cittadicastello@postacert.umbria.it
Codice Iban: IT 38 R 01030 21600 000002529803 (Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Garibaldi - 06012 Città di Castello PG)

Il portale del Comune di Città di Castello (PG) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Città di Castello (PG) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it