Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

CENTRO STORICO: NIENTE COSAP PER CHI APRE NEI GIORNI FESTIVI
torre civica
15.06.2015 -

 

A Città di Castello niente Cosap per i titolari di pubblici esercizi del centro storico, aperti nei festivi: lo annuncia l’Amministrazione comunale di Città di Castello sulla base di un protocollo d’intesa siglato con le associazioni di categoria “che ha come obiettivo migliorare l’accoglienza turistica e la percezione del visitatore” spiegano il sindaco tifernate Luciano Bacchetta e l’assessore al Turismo e Commercio Riccardo Carletti, alla vigilia della presentazione del cartellone di eventi estivi Estate in città.

“Diventare una città compiutamente turistica è un obiettivo comune perché porterà benefici per tutti: in vista di questo traguardo, non ancora raggiunto, l’Amministrazione ha introdotto incentivi per le attività del centro storico che saranno aperte l’ottanta per cento dei giorni dell’anno, esporranno materiale informativo e metteranno a disposizione gratuitamente i servizi igienici”.

Se questo a grandi linee è il contenuto del protocollo, nello specifico i vantaggi sono differenziati a seconda del grado di adesione: i gestori di esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande dovranno impegnarsi a rimanere aperti nei giorni festivi fino al 31 dicembre 2015.

All’interno dei locali per agevolare la comunicazione e l’attrattività territoriale, garantiranno la diffusione di materiale informazione culturale e turistica, e infine dovranno indicare in modo visibile dall’esterno l’accesso libero ai servizi igienici interni all’esercizio. In cambio l’Amministrazione comunale applicherà l’esenzione sulla Cosap, il canone per la concessione in uso di spazi ed aree pubbliche, fino ad un massimo di 35 metri quadrati, per chi aderisce a tutto il pacchetto o del venti per cento per chi si vincola sul fronte della promozione e dei servizi igienici.

“Il sistema commerciale del centro storico è strutturato su tempi ed orari adatti ad un cliente ordinario ma che sempre meno collimano con la vocazione turistica che la città sta assumendo e con la concentrazione dei flussi nel fine settimana o nelle festività. Per accompagnare il settore verso l’inevitabile adeguamento, l’Amministrazione ha pensato di rendere conveniente ripensare la propria attività”.

Il protocollo d’intesa non prevede una scadenza. L’adesione può avvenire in qualsiasi momento, trasmettendo al Comune di Città di Castello gli orari prescelti delle proprie attività commerciali fino al 31 dicembre 2015 e le due giornate per cui è prevista una deroga. “Cerchiamo, come sistema urbano, di acquisire una maggiore elasticità per rendere più accogliente la città soprattutto in coincidenza con la festività principali e per evitare che nei periodi a più alta intensità di arrivi la città si presenti con una capacità di accoglienza a marce ridotte. L’ente pubblico non si può sostituire alla libera iniziativa degli operatori ma, trattandosi di un’innovazione strategica alla crescita della città, agevoliamo la modernizzazione con incentivi e con azioni di impulso. Tra queste Estate in città, il ricco ventaglio di animazione che nei prossimi mesi farà del centro storico il protagonista dell’estate tifernate”. Il protocollo d’intesa è pubblicato nel sito internet del comune www.cdcnet.net, per le informazioni si può contattare Ufficio Commercio e la Polizia Municipale.   (Allegata foto assessore Riccardo Carletti)

 


Condividi