Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

INCENTIVI A CHI VIVE E LAVORA NEL CENTRO STORICO TIFERNATE. CITTA' DI CASTELLO TERZA IN UMBRIA PER NUOVI POSTI DI LAVORO
News
12.08.2015 -

 

In arrivo 60mila euro di incentivi per chi vive o lavora nel centro storico di Città di Castello. Le misure sono contenute in un bando varato dalla Giunta comunale e si aggiunge ai bandi già in pubblicazione che prevedono oltre 25 mila euro di contributi per le imprese del centro storico e l’esenzione della Cosap per gli esercizi pubblici che rimangono aperti anche nei giorni festivi. “Il rilancio del centro storico è ad ampio raggio: lo stiamo sostenendo con un lavoro di squadra da parte degli Assessorati, perché torni ad essere la prima scelta dei tifernati, il motore delle funzioni urbane e una città d’arte con tutte le carte in regola dal punto di vista turistico” dichiarano il sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta e l’assessore allo Sviluppo economico Enrico Carloni, specificando come le categorie a cui si rivolge il bando siano tre: la prima riguarda il risanamento conservativo di facciate, infissi, ed elementi architettonici esterni degli edifici, che potranno essere rimborsate per importi che vanno da 250 euro a 3000; la seconda: agevolazioni tributarie su Tasi e Tari per chi è proprietario e il rimborso della Tari per chi è in affitto; infine chi scommette nel centro storico e apre un attività commerciale, artigianale o professionale nel centro storico, se proprietario del locale si vedrà rimborsare l’Imu e Tari e, della sola Tari, se affittuario.“L’Amministrazione comunale è stata vicina a cittadini ed imprenditori durante la crisi con risorse finalizzate a contrastare gli effetti della recessione e continuerà a camminare in parallelo anche in un momento in cui si affacciano i primi indicatori di una nuova positiva tendenza dell’economia locale. I dati dei Centri per l’impiego, posizionano con 2623 avviamenti Città di Castello al terzo posto in Umbria per numero di assunzioni nel primo trimestre del 2015 e per andamento generale; se Città di Castello sta dimostrando una particolare reattività contro la disoccupazione, che rimane l’eredità più pesante e inaccettabile di questa lunga crisi, pensiamo che dipenda anche dal contributo che l’Amministrazione comunale ha prodotto con misure anticicliche che hanno contrastato gli effetti duri della crisi sulla tenuta delle aziende e sul reddito dei lavoratori. Ora le stesse misure sono state confermate e potenziate per rilanciare il territorio, modernizzando le attività e riqualificando il patrimonio artistico, un elemento su cui nel si giocherà una partita importante dello sviluppo futuro. La grande quantità di richieste pervenute in relazione al bando per le piccole e medie imprese, ad esempio, ci spinge a valutare un incremento, già nell’anno in corso, del budget stanziato”.

Per informazioni il referente è il Servizio Sviluppo Economico, tel. 075/8529399 – 2420 – 2361 ;

 


Condividi