Comune di Città di Castello (PG)

A CITTA' DI CASTELLO WEEK END CON LA FIERA DI SAN BARTOLOMEO

giovedì 23 novembre 2017
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
..
A CITTA' DI CASTELLO WEEK END CON LA FIERA DI SAN BARTOLOMEO
anteprima estate in città
18-08-2015 -

 

Merci e zootecnia di qualità a Città di Castello per il fine settimana con la fiera di San Bartolomeo, una delle più antiche dell’Umbria, in programma da venerdì 21 a domenica 23 agosto.

Durante la conferenza stampa di presentazione, alla classica domanda sulle curiosità di questa edizione, l’assessore al Turismo e Commercio tifernate Riccardo Carletti ha risposto con i numeri: “Da ottanta espositori siamo passati a 142. Praticamente un raddoppio che ci ha indotto ad ampliare il perimetro della manifestazione, anche alla luce dei lavori in corso, ed in particolare del cantiere di Piazza Gabriotti, il più direttamente coinvolto.

Così se all’Ansa del Tevere, nel rinnovato Parco Alexander Langher, è confermata l’esposizione zootecnica, le merci saranno disposte tra Piazza Santa Maria Maggiore, Corso Vittorio Emanuele, Piazza Matteotti, Piazza Fanti, Via Mario Angeloni fino a Via XI Settembre.

La scelta del parco si è rivelata vincente per coniugare il binomio tradizione e attualità, che è il segreto del successo della fiera, a detta di operatori e visitatori. Lo spazio riesce ad accogliere, senza snaturarsi, gli animali, gli artigiani e gli ultimi eredi di quei mestieri e quelle attività che hanno caratterizzato la storia dell’economia agricola e della famiglia contadina nell’Alto Tevere”.

“Caratteristiche che furono impresse alla manifestazione da chi agli inizi degli anni Novanta la reinventò. Quella persona era Gualtiero Angelini, che ci ha lasciato di recente e che ricorderemo nel corso della tre giorni, perché se la Fiera esiste, e se oggi siamo qui ad illustrare un’edizione potenziata nelle presenze e nel programma, lo dobbiamo alla sua passione e al suo entusiasmo” ha dichiarato il sindaco Luciano Bacchetta, dicendosi molto soddisfatto del “lavoro svolto e di un agenda serrata di manifestazioni che sta trasformando ogni fine settimana in un evento, grazie alla programmazione dell’Amministrazione comunale e alla vivacità delle associazioni”.

Oltre alla dimensione, la fiera propone novità anche in fatto di animali, la vera attrazione per famiglie e bambini: tra i 45 stand, insieme ai cavalli, ai suini, agli ovini, ai rettili e ai volatili, ci saranno anche le lumache allevate da Cosimo&Cosimo nella zona di Titta. Uno spazio sarà riservato ai mestieri antichi: carbonaio, intagliatore, fabbro, oltre a canestraio e l’impagliatore di sedie, alla lavorazione delle pietre dure e all’arte di fare le tagliatelle a mano.

“Da cinque anni la Regione Umbria c’è, perché la fiera ha saputo unire l’aspetto commerciale e tradizionale a quello della qualità delle produzioni zootecniche e agroalimentari” ha aggiunto l’assessore regionale Fernanda Cecchini, “presente” ha specificato “sia per la delega alla Cultura che all’Agricoltura proprio per essere la Fiera di San Bartolomeo una iniziativa composita, con una forte attinenza anche all’Expò di Nutrire il pianeta. Cibi giusti e sostenibili saranno il nutrimento del futuro, come latte, olio, carne che non a caso sono oggetto di una misura del Piano di Sviluppo rurale. Cibi di alta qualità garantiranno la sicurezza alimentare: come la chianina, ricondotta alla Toscana, ma di cui noi umbri siamo i secondo produttori in Italia. La fiera valorizza anche queste eccellenze nazionali”. “I capi di chianina in mostra saranno circa 40, tra i quali esemplari più volte campioni Anabic e Ccbi” ha annunciato Luca Panichi, presidente dell’Ara, l’Associazione regionale allevatori  “il Piano di Sviluppo rurale finalmente pone al centro la zootecnia e la carne chianina umbra, per ben due volte protagonista anche dell’Expò nel padiglione della Coldiretti. Approfitteremo del richiamo della fiera per discutere con gli operatori delle nuove opportunità nella tavola rotonda di sabato 22 agosto alle 18.30 presso la tensostruttura di Piazzale Ferri”. Giovanni Giorgi, dirigente del Servizi Veterinario della Ausl Umbria 1 ha confermato la collaborazione e i progressi compiuti negli anni, rievocando “i tempi pioneristici del nuovo inizio insieme a Gualtiero Angelini”.

Territorio e promozione infine nel corso di alta formazione, presentato da Stefano Briganti, presidente del Centro di “G.O.Bufalini, e incentrato su incoming e turismo accessibile. “Abbiamo bisogno di operatori aggiornati che possano intervenire anche nei segmenti minori, aprendo canali e utilizzando tutti gli strumenti che il territorio mette a disposizione a partire dalla forte connotazione rurale che l’Alto Tevere conserva”.

Una parte della manifestazione sarà dedicata alla degustazione, con menù di specialità contadine grazie alle società rionali di Riosecco, Graticole, Titta, Piosina, il cui volontariato permetterà di offrire pasti completi a prezzi accessibili. La pro loco di Piosina, come sempre, contribuirà ad allietare la domenica mattina con le attività folcloristiche e le degustazioni di prodotti della campagna. Quest’anno debutterà la Fattoria sociale di Fuscagna, gestita dalla cooperativa La Rondine con i ragazzi del centro diurno del Flauto Magico e della struttura residenziale di Villa Igea, e, dedicata ai bambini, alla Fiera di San Bartolomeo arriverà anche la Fattoria della pecora Dora.

Tre giorni intensi, da venerdì 21 agosto a domenica 23 con l’anticipazione a giovedì 20 in centro storico per Dj Shopping. Oltre alla fiera, venerdì 21 e sabato 22 dalle 21,30, in Piazza Fanti le due serate di musica con Cumbo Live e i Mocambo Quartet. Domenica 23 gran finale con la Tombola di San Bartolomeo in Piazza Matteotti.

 


Condividi questo contenuto

Privacy - Note legali - Accessibilità - Posta interna - Posta Elettronica Certificata - Contatta il Comune - Cookie Policy

Comune di Città di Castello - Piazza Gabriotti, 1 06012 Città di Castello (PG) - Telefono 07585291 Telefax 0758529216
Posta elettronica certificata (Pec) comune.cittadicastello@postacert.umbria.it
Codice Iban: IT 38 R 01030 21600 000002529803 (Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Garibaldi - 06012 Città di Castello PG)

Il portale del Comune di Città di Castello (PG) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Città di Castello (PG) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it