Comune di Città di Castello (PG)

6283 TIFERNATI SONO TORNATI IN CLASSE. LA VISITA DI SINDACO ED ASSESSORE ALLE SCUOLE CON LAVORI IN CORSO "QUASI 4 MILIONI E MEZZO PER RENDERE LE AULE SICURE E MODERNE"

martedì 21 novembre 2017
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Comune di Città di Castello

Comune di Città di Castello
Piazza Gabriotti 1, 06012 Città di Castello (PG)
Partiva IVA: 00372420547
PEC comune.cittadicastello@postacert.umbria.it

..
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
..
6283 TIFERNATI SONO TORNATI IN CLASSE. LA VISITA DI SINDACO ED ASSESSORE ALLE SCUOLE CON LAVORI IN CORSO "QUASI 4 MILIONI E MEZZO PER RENDERE LE AULE SICURE E MODERNE"
scuola
14-09-2015 -

 

A Città di Castello oggi è suonata la campanella per i 6283 studenti del comune, circa 100 in più del 2014, .suddivisi in 1057 nella scuola dell’infanzia, 1746 nella scuola primaria, 1076 alle medie e 2404 alle superiori. Il sindaco Luciano Bacchetta e l’assessore alle Politiche scolastiche Mauro Alcherigi hanno scelto, per il tradizionale saluto, le cinque scuole interessate da lavori di miglioria e messa in sicurezza: le primarie di San Pio X presso la Pascoli, La Tina, San Secondo, Trestina, Cerbara e la scuola dell’infanzia del Cavour, dove da quest’anno la gestione è diventata completamente pubblica. “Nel primo giorno del nuovo anno scolastico - proseguono sindaco ed assessore -  abbiamo voluto fare un augurio di buon lavoro a chi vivrà una situazione provvisoria legata ai cantieri ancora aperti. A loro e alle loro famiglie diciamo che è una soluzione transitoria, che, insieme ai dirigenti scolastici, abbiamo cercato di renderla comunque confortevole e che il piccolo disagio di oggi servirà a rendere più sicure e accoglienti le classi domani”.

Sono quasi quattro milioni e mezzo le risorse che l’Amministrazione comunale, con il contributo della Regione Umbria, ha investito per riqualificare l’edilizia scolastica, allineandola ai parametri di sicurezza e alle nuove frontiere delle didattica. In particolare il ritorno di San Pio nella sede ufficiale è stato aggiornato alla fine delle vacanze di Natale, per eseguire ulteriori interventi di miglioria; sulle primaria di La Tina si sta lavorando al consolidamento della copertura, già realizzato per circa il 75 per cento, con la diversificazione degli spazi in modo da non interrompere né l’attività né il cantiere. A San Secondo e a Cerbara l’intervento è simile: messa in sicurezza del tetto e nuove fondazione con sostituzione delle controsoffittature in gesso e delle pavimentazioni in vinile. Cerbara sarà anche dotata di una struttura metallica esterna per incrementare la resistenza a fenomeni sismici. Il più impegnativo dei cantieri è a Trestina presso la scuola Gregorio da Tiferno dove il corpo centrale è stato demolito e ricostruito, il padiglione sud e la palestra sono stati consolidati nei telai di cemento armato. Molte attività della scuola media sono attualmente ospitate nel padiglione della primaria e gradualmente nel corso dell’anno si tornerà alla normalità. Infine il Cavour, che internamente è stato adeguato alle esigenze della nuova scuola dell’infanzia completamente pubblica, arricchita da una classe ponte e dall’accoglienza pomeridiana a bacino aperto. “Finalmente abbiamo un papà” ha commentato il dirigente del Primo Circolo Massimo Belardinelli durante la visita al Cavour, facendo riferimento “all’attenzione con cui l’Amministrazione comunale ha salvaguardato una scuola storica, l’unica scuola dell’infanzia pubblica del centro storico, riqualificando gli ambienti e rendendoli adatti ad un progetto didattico, integrato da una classe specifica 2-3 anni e da una flessibilità di orario al servizio delle famiglie”. “Naturalmente - conclude il sindaco - estendiamo gli auguri di buon lavoro a tutti i 6283 tifernati che oggi tornano in classe, ai quali l’Amministrazione ha riservato, nonostante i tagli di bilancio, tutte le risorse necessarie per fare della scuola l’habitat ideale alla libera espressione della personalità e alla crescita equilibrata delle competenze”. Il servizio mensa partirà da lunedì 21 settembre in tutte le scuole. (Allegate foto)

 

 


Condividi questo contenuto

Privacy - Note legali - Accessibilità - Posta interna - Posta Elettronica Certificata - Contatta il Comune - Cookie Policy

Comune di Città di Castello - Piazza Gabriotti, 1 06012 Città di Castello (PG) - Telefono 07585291 Telefax 0758529216
Posta elettronica certificata (Pec) comune.cittadicastello@postacert.umbria.it
Codice Iban: IT 38 R 01030 21600 000002529803 (Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Garibaldi - 06012 Città di Castello PG)

Il portale del Comune di Città di Castello (PG) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Città di Castello (PG) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it