Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

AL TEVERE, IN BICICLETTA. AGGIUDICATI I LAVORI DELLE PISTE CICLABILI
ambiente
05.11.2015 -

Il Tevere in bicicletta da Umbertide e Cerbara: “Tra qualche tempo non sarà la canoa l’unico mezzo con cui percorrere il Tevere perché con il completamento della pista ciclabile che, dai confini nord di Città di Castello accompagnerà il corso fino a Montone, il fiume acquisterà una fruibilità espansa” dichiarano gli assessori tifernati all’Ambiente e ai Lavori Pubblici Luca Secondi e Massimo Massetti, commentando l’aggiudicazione dei lavori nell’ambito di progetti finanziariamente molto rilevanti. Il primo, complessivamente un milione e settecentomila euro, sarà realizzato dalla ditta Lucos di Sansepolcro e interessa il tratto parallelo alla zona industriale Nord per circa 750mila euro ; il secondo, del valore totale di oltre due milioni di euro, coinvolge i comuni di Città di Castello, Umbertide e Montone, che saranno collegati senza soluzione di continuità grazie a percorso ciclo-pedonale ricavato lungo il corso d’acqua. Ad aggiudicarsi l’appalto per 820mila euro è stata la ditta Spinelli e Mannocchi di Perugia. Nell’uno e nell’altro caso le aziende vincitrici avranno 120 giorni, circa 4 mesi, per concludere il lavoro. “Creiamo le condizioni per una mobilità sportiva e del tempo libero alternativa a quella urbana, riqualificando tutto il parco fluviale e mettendolo a disposizione della collettività” concludono Massetti e Secondi. “Sull’asta del Tevere il comune e la Regione hanno diretto risorse cospicue, convinte del ruolo di comunicazione e sviluppo che gli elementi naturali di pregio hanno svolto in passato e del fatto che debba essere preservato e riletto alla luce delle nuove condizioni economiche e sociali. Da questo intervento ci aspettiamo un vantaggio di tipo ambientale e insieme benefici all’attrattività di un territorio, capace di offrire un habitat intatto a pochi passi da un centro storico ricco di arte e servizi”.

 


Condividi