Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

STUDENTI IN EUROPA CON RUZZOLA E BOCCE. GLI SPORT TRADIZIONI AL CENTRO DI UN PROGETTO UE
scuola
15.12.2015 -

 

Ci sono tanti modi per stare in Europa, quello scelto del Primo Circolo didattico San Filippo passa per gli sport tradizionali, grazie ad un progetto Erasmus Plus, che coinvolge Turchia, Polonia e Spagna e che in questi giorni prenatalizi ha fatto tappa a Città di Castello. “In realtà la scuola di San Filippo sta partecipando a ben tre Erasmus Plus, la versione aggiornata dei percorsi finanziati dalla Ue nell’ambito della formazione e dell’istruzione” ha detto il dirigente Massimo Belardinelli durante il ricevimento in comune delle tre delegazioni ospiti: 48 piccoli atleti, tra gli 8 e 13 anni, più i docenti accompagnatori provenienti dalla scuola primaria privata di Varsavia in Polonia; dalla scuola di Antalya nella Turchia meridionale e da Torremolinos in Andalusia. Il titolo del progetto è Keep calm… and play traditional sport, perché è incentrato nella riscoperta delle discipline popolari appartenenti a ciascuna cultura: se la Spagna ha scelto la gimkana, la Turchia il wrestling, la Polonia il palant (simile al cricket), l’Italia ha scelto bocce e ruzzola, che in Umbria vantano campioni nazionali come Ivo Coltellini, presente al ricevimento ufficiale in rappresentanza dell’Associazione Giochi e Sport Tradizionali locale, insieme a Paolo Bettacchioli per la Società Bocciofila di Città di Castello. Entrambi hanno espresso “soddisfazione mista a sorpresa per l’attenzione dedicata a sport che spesso sono relegati anche da un punto di vista anagrafico e corrono il rischio di perdersi o di sembrare un anacronismo per i giovani. In realtà la loro diffusione è strettamente legata alla facilità con cui possono essere praticati da tutti, che li rende anche oggi molto educativi”. “Il nostro supporto è una certezza quando si parla di progetti europei ed in particolare modo quando riguardano la scuola e lanciano dei ponti tra i futuri adulti, creando una nuova specie di cittadini europei, in cui l’identità nazionale si somma a quella comunitaria grazie alle esperienze vissute insieme” ha dichiarato l’assessore alle Politiche scolastiche Mauro Alcherigi, intervenendo per conto dell’Amministrazione comunale e consegnando agli ospiti come dono una guida della Pinacoteca. Il programma dei cinque giorni di permanenza in Umbria si sta concentrato nell’illustrazione delle discipline al centro del progetto, che si è svolta presso il Parco Ansa del Tevere, e nella preparazione degli studenti alle gare finali: Domani pomeriggio presso il ciclodromo di Viale Europa ad esempio è prevista la sessione dedicata a ruzzola e bocce. “Un’esperienza molto positiva per i ragazzi e per i docenti” hanno aggiunto in rappresentanza delle scuole straniere Ana Calderon, docente della scuola di Torremolinos, e Dorata Swienzyoiska, docente della scuola di Varsavia, che è coordinatrice del progetto.  (Allegate foto delegazione)

 

 

 

 

 

 


Condividi