Comune di Città di Castello (PG)

CONSIGLIO COMUNALE - ENTRO META' MAGGIO IN FUNZIONE LE NUOVE SCALE MOBILI DEL CASSERO

martedì 21 novembre 2017
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Comune di Città di Castello

Comune di Città di Castello
Piazza Gabriotti 1, 06012 Città di Castello (PG)
Partiva IVA: 00372420547
PEC comune.cittadicastello@postacert.umbria.it

..
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
..
CONSIGLIO COMUNALE - ENTRO META' MAGGIO IN FUNZIONE LE NUOVE SCALE MOBILI DEL CASSERO
mura
15-12-2015 -

“La procedura per l’affidamento dei lavori di sostituzione delle scale mobili del Cassero e delle opere connesse si concluderà il prossimo 22 dicembre con l’apertura delle offerte economiche e l’aggiudicazione dell’appalto ed entro gennaio 2016 verrà stipulato il relativo contratto, che fisserà i termini per l’esecuzione dell’intervento in 100 giorni naturali e consecutivi e il suo completamento, quindi, entro la metà del mese di maggio”. E’ l’annuncio che ha dato l’assessore ai Lavori Pubblici Massimo Massetti rispondendo all’interrogazione sui lavori delle scale mobili del Cassero presentata dal capogruppo del Polo Tifernate Cesare Sassolini. Con il documento il rappresentante del Centrodestra aveva chiesto di conoscere i motivi per cui i lavori non fossero ancora iniziati e di ricevere delucidazioni sul progetto e sulle modalità per agevolare l’accesso ai disabili con l’abbattimento delle barriere architettoniche. “E’ da primavera che le scale mobili sono chiuse e inutilizzabili – aveva detto Sassolini – con forti disagi per i disabili, gli anziani e tutti i cittadini che, posteggiando nel limitrofo parcheggio Ferri, avrebbero a disposizione un passaggio facilitato e accorciato di cui invece non possono avvalersi”. L’assessore Massetti ha puntualizzato che Il Comune si è attivato per tempo in vista dell’approssimarsi della fine tecnica della vita delle scale mobili a far data dal 15 febbraio scorso e quindi della necessità di fermarle, predisponendo un progetto preliminare dell’importo di 400 mila euro approvato con deliberazione della giunta comunale l’11 agosto 2014, che poi è stato trasmesso alla Regione dell’Umbria per poter accedere al bando per il finanziamento del piano di settore degli interventi sulle infrastrutture regionali per l’anno 2014. “Nel marzo di quest’anno – ha spiegato Massetti - la Regione ha ammesso a finanziamento il progetto, prevedendo un contributo di 195 mila euro e abbiamo, quindi, rimodulato la tempistica di attuazione del progetto per attendere il finanziamento della Regione, che ha abbattuto del 50 per cento il costo a carico dei tifernati”. L’assessore ha chiarito che si è così arrivati al 20 novembre scorso, quando la Regione ha formalizzato la definitiva assegnazione della propria quota di contributo e il Comune, avendo la necessaria copertura finanziaria dell’intervento, ha potuto approvare in via definitiva del progetto e attivare la procedura per l’affidamento dei lavori. Massetti ha quindi illustrato l’intervento, che prevede la sostituzione delle scale mobili e dei relativi impianti di illuminazione e audio, la sistemazione e l’adeguamento del percorso pedonale e del parcheggio per disabili presso Pomerio Rodolfo Siviero, rimarcando anche come il percorso sia stato ulteriormente migliorato con l’installazione del sistema di videosorveglianza. In sede di replica, il consigliere Sassolini si è detto insoddisfatto, lamentando “l’eccessivo allungamento dei tempi che priverà ancora per diversi mesi i cittadini di un servizio utile e di un biglietto da visita importante, soprattutto per le attività commerciali del centro storico”. Nel chiedere di accorciare possibilmente i tempi per l’attivazione del nuovo impianto, l’esponente della minoranza ha sottolineato la delusione perché il progetto non contempla un effettivo miglioramento dell’accessibilità per i disabili. L’assessore Massetti ha, quindi, preso di nuovo la parola per chiarire che “non si è mai parlato di un cambiamento delle possibilità di accesso per i disabili legate all’insediamento delle nuove scale mobili, che avrebbe necessitato l’installazione di un impianto totalmente diverso, con lo smantellamento completo dell’attuale struttura e non con la semplice sostituzione, e, in definitiva, un investimento ben maggiore”. “Miglioreremo il percorso e l’area di parcheggio riservata ai soggetti diversamente abili di Pomerio Rodolfo Siviero, che ospita due posti, e garantiremo le attuali condizioni di accesso al centro storico, che prevedono spazi riservati anche in piazza Gabriotti”. Quanto ai disagi per i cittadini, l’assessore ha evidenziato come  “anche i recenti eventi in piazza Gabriotti e nel centro storico, che hanno ottenuto presenze molto significative, abbiamo testimoniato che i cittadini non incontrino particolari problemi per accedere al cuore della città da piazzale Ferri”. “Credo che ci sia la consapevolezza nei tifernati che l’intervento era improcrastinabile e il fatto che ci sia stato un risparmio del 50 per cento per le casse comunali, e quindi per le tasche dei contribuenti, è certamente importante”, ha concluso Massetti. Anche il sindaco Luciano Bacchetta è intervenuto per sottolineare come l’amministrazione comunale, in relazione alla situazione data, si sia mossa “nella tempistica utile anche a ridurre l’impatto finanziario dell’intervento e, quindi, nell’interesse dei cittadini”.  “Io stesso ero perplesso sulla scelta di ripristinare le scale mobili, che non ritenevo essenziali – ha ammesso il sindaco – ma, visti i costi per lo smantellamento dell’impianto e la sistemazione del percorso pedonale che sarebbero stati simili, la scelta mi è parsa obbligata e credo che l’intervento sarà migliorativo per le esigenze di spostamento e accesso al centro storico”.

 


Condividi questo contenuto

Privacy - Note legali - Accessibilità - Posta interna - Posta Elettronica Certificata - Contatta il Comune - Cookie Policy

Comune di Città di Castello - Piazza Gabriotti, 1 06012 Città di Castello (PG) - Telefono 07585291 Telefax 0758529216
Posta elettronica certificata (Pec) comune.cittadicastello@postacert.umbria.it
Codice Iban: IT 38 R 01030 21600 000002529803 (Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Garibaldi - 06012 Città di Castello PG)

Il portale del Comune di Città di Castello (PG) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Città di Castello (PG) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it