Comune di Città di Castello (PG)

RESOCONTO CONSIGLIO COMUNALE 21 DICEMBRE 2015

mercoledì 22 novembre 2017
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
..
RESOCONTO CONSIGLIO COMUNALE 21 DICEMBRE 2015
comune
22-12-2015 -

 

 

CONSIGLIO COMUNALE PRENATALIZIO

TELA UMBRA, BILANCIO E NUOVI GRUPPI


Con gli auguri del sindaco Luciano Bacchetta all'assemblea si è aperta l'ultima seduta del 2015 del consiglio comunale di Città di Castello.

Comunicazioni. Tela Umbra. Nelle comunicazioni il consigliere del PD Gionata Gatticchi ha posto all'attenzione dell'aula "un articolo in cui il presidente di Tela Umbra Luciano Neri ha espresso giudizi sulla classe politica locale, ed in particolare al sindaco e alla mia persona, ha sollevato perplessità sulle scelte di politica economica, definendo il Comune “un peso morto per Tela Umbra” e auspicandone l'uscita dal capitale azionario. In realtà sembra che il presidente non abbia molto chiaro l’assetto dell’eredità Franchetti tanto da equivocare le mie dichiarazioni in consiglio, finalizzate unicamente al rilancio culturale e commerciale del Laboratorio. Rimando al mittente le accuse di essere un ceto politico clientelarista e analfabeta, responsabile di un presunto sfascio di Tela Umbra, dal momento che a dirlo è il presidente al secondo mandato. A differenza di Neri non ho partecipato né ai destini remoti né a quelli recenti di Tela Umbra e la delegazione di Pd è sempre stata coerente non come chi punta l’indice, la cui carriera politica spazia da Democrazia Proletaria al PD, passando per le molte tappe intermedie, tra cui ambientalisti e Margherita". "Sembra che la fiducia delle socie lavoratrici, nel presidente, che pure hanno eletto, sia venuta meno” ha dichiarato il sindaco Luciano Bacchetta “Ho letto anch'io le accuse a tutto campo ma senza un soggetto ben individuabile, lanciate da Neri. Seguiremo con attenzione che cosa le lavoratrici, che sono state messe in cassa integrazione, decideranno”.


Nuovo raggruppamento: i consiglieri Cristian Braganti di Patto civico e Manuel Maraghelli, consigliere comunale del Polo tifernate, hanno ufficializzato la loro uscita dai rispettivi schieramenti “per convergere nel Gruppo misto e lavorare ad un progetto comune”.


Fauna Selvatica. “A breve giro di posta convocheremo la commissione sulla fauna selvatica” ha risposto il sindaco Luciano Bacchetta al consigliere comunale della Lega Marcello Rigucci, che chiedeva aggiornamenti sulla riunione dell’organismo, a cui è stata demandata la discussione in merito alla gestione della fauna selvatica.


Botti di Capodanno. “Linee di indirizzo per contenere l’impatto dei botti di Capodanno sugli animali” è quanto ha cheisto “sulla scia di quanto deciso da altri comuni” il consigliere del PD Luciano Tavernelli.


Bilancio e dintorni. Molti i punti di natura finanziaria all’ordine del giorno nel consiglio prenatalizio di Città di Castello. Presentato dall’assessore al Bilancio Mauro Alcherigi, è stato approvato il primo bilancio consolidato, procedura legata alla sperimentazione delle nuove regole a cui solo Città di Castello e Perugia in Umbria hanno deciso di partecipare. In pratica il bilancio consolidato legge il documento economico in funzione delle società partecipate e in particolare della maggiore di esse, nel caso tifernate Sogepu. Quali relazioni finanziarie, quali partite aperte e per che consistenza, sono le domande che si pone e a cui Alcherigi ha risposto “che Sogepu incide nel volume finanziario complessivo per un 30 per cento”, allegando il parere dei revisori dei conti. Il bilancio consolidato ha ottenuto il voto a favore della maggioranza l’astensione del consigliere della Lega Marcello Rigucci, di Cristian Braganti di Patto Civico e il voto contrario della maggioranza. Più frastagliata la geografia dei pro e contro sulle modifiche ai regolamenti: della Tosap che prevedeva la revisione di un passaggio relativo ai servizi, sui cui Marcello Rigucci si è astenuto, sì delle altre forze; stesso esito per l’intervento sulla IUC che ha formalizzato le riduzioni automatiche per i residenti di Cinquemiglia e Cornetto. Sull’introduzione del divieto di subappalto e dell’obbligo di mantenere non solo gli stessi occupati ma anche con il medesimo inquadramento e luogo di lavoro per il concessionario del servizio Tributi, si è registrata una certa coralità dei gruppi, dovuta anche all’esame preventivo delle modifiche in commissione. Approvata a maggioranza la compartecipazione della società rionale per 60mila euro alla realizzazione dell’ampliamento del Centro Madonna del Latte, la cui proprietà rimarrà pubblica. Due variazioni; una per introitare circa 300mila euro di interventi contro il rischio sismico ed una per applicare l’avanzo di 200mila euro agli 800mila destinati dalla Regione dell’Umbria alla realizzazione del Centro di documentazione dell’arte contemporanea a Palazzo Vitelli.



TELA BANDA LARGA IN COMMISSIONE

La banda larga in commissione: sulla scorta di una mozione del consigliere della Lega Marcello Rigucci, il problema delle località del comune tifernate non ancora raggiunte da internet sarà al centro di una seduta specifica della commissione Servizi. “La Regione Umbria ha finanziato un progetto per portare la banda larga nelle zone disagiate ma l’infrastruttura si è fermata a Sasso, da Barzotti a Montemaggiore questo servizio non esiste” ha detto Rigucci. Ribadendo che “l’accesso ad internet nella società di oggi è parificabile ad un diritto vero e proprio” sia Riccardo Celestini e Mauro Severini del Pd che Alessandro Alunno, capogruppo di Sinistra per Castello, hanno concordato con Rigucci “sulla necessità di approfondire la questione e sciogliere il nodo che, nonostante il finanziamento dei lavori, non abbia consentito di raggiungere con la rete tutti i cittadini del comune”. Concordi gli interventi nel lamentare in questo ritardo “una mancanza di regia e di vigilanza che ha disatteso le previsioni del bando”. Chiederemo un incontro a Umbria Digitale” ha concluso il sindaco Luciano Bacchetta, “diamo atto a Rigucci di aver sollevato il problema. L’Amministrazione ha pressato perché le opere giungessero almeno fino al Sasso ma non può fare il gendarme”.

 


Condividi questo contenuto

Privacy - Note legali - Accessibilità - Posta interna - Posta Elettronica Certificata - Contatta il Comune - Cookie Policy

Comune di Città di Castello - Piazza Gabriotti, 1 06012 Città di Castello (PG) - Telefono 07585291 Telefax 0758529216
Posta elettronica certificata (Pec) comune.cittadicastello@postacert.umbria.it
Codice Iban: IT 38 R 01030 21600 000002529803 (Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Garibaldi - 06012 Città di Castello PG)

Il portale del Comune di Città di Castello (PG) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Città di Castello (PG) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it