Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

PALAZZO BUFALINI: SABATO 2 NOVEMBRE INAUGURAZIONE DELL'ASCENSORE E DELLE PORTE AUTOMATICHE. SINDACO E ASSESSORE: "VALORIZZAZIONE DI PATRIMONIO PUBBLICO E MAGGIORE ACCESSIBILITA'"
gildoni
29.10.2019 -

 

 

 

Inaugurazione delle porte automatiche e dell’ascensore di Palazzo Bufalini a Città di Castello: nei giorni della Mostra del Tartufo ci sarà anche un evento nell’evento dato che sarà attivato ufficialmente l’ascensore del Loggiato Gildoni che collegherà il pianoterra con il Quadrilatero e il Circolo degli Illuminati. Il taglio del nastro, o la prima corsa, per cosi dire, si terrà sabato 2 novembre 2019 alle ore 11.30 alla presenza del sindaco Luciano Bacchetta e dell’assessore dei Lavori Pubblici Luca Secondi, che parlano di “un intervento atteso ed ora realizzato, che da un lato abbatte una barriera architettonica in linea con il lavoro che stiamo portando avanti con la redazione del Peba, il piano comunale per l’eliminazione delle barriere architettoniche: dall’altra l’ascensore, consentendo una fruibilità maggiore, valorizzerà ulteriormente gli spazi del Circolo degli Illuminati e del Quadrilatero, tra i più pregevoli del patrimonio architettonico cittadino, una risorsa ineliminabile per tante manifestazioni sia culturali che artistiche. L’utilizzo nella prevalenza delle manifestazioni conferma il ricorso sempre più frequente al Loggiato e al piano superiore, non ultima la Mostra del Tartufo, in seno alla quale abbiamo deciso di inserire l’inaugurazione dell’ascensore. Completano l’intervento per circa 176mila euro le porte automatiche, un elemento di arredo e di funzionalità che rendono il Loggiato una vera e propria Galleria al coperto”.

 

L’accesso esterno all’ascensore sarà in via Mazzini. Contemporaneamente sono state completate, per rendere agibile la scala, una serie di opere edilizie iniziate in precedenti stralci funzionali che prevedono, l’apertura di un vano porta esistente di accesso all’interno del loggiato per accedere senza barriere al vano ascensore e l’apertura di un secondo vano porta esistente al piano nobile con accesso diretto al quadrilatero. L’impianto ascensore sarà del tipo con motore a magneti permanenti, che riduce il consumo energetico. Il nuovo accesso al Palazzo dal Loggiato verrà completato con un portoncino in legno della stessa tipologia e foggia di quella adiacente (cioè in legno e ferro battuto). Per il momento non è stata completata la scala d’emergenza ma verranno finiti i soli pianerottoli di accesso all’ascensore, che per dare continuità con l’ambiente, saranno in legno (parquet) con soglia in pietra arenaria.Per quanto riguarda la facciata della palazzina a servizi verso Via Mazzini, verrà ad essere restaurato il portoncino in legno esistente di accesso alla palazzina e una porta in ferro per il locale contatori.

 

Tra gli obiettivi del progetto per dotare il Palazzo di un ascensore e il Loggiato di porte automatiche “anche il mantenimento in sicurezza igiene e decoro. Le problematiche che in effetti affliggono tale importante spazio pubblico sono principalmente la presenza all’interno del loggiato di numerosissimi voltatili che rendono estremamente complicata la gestione dell’igiene ambientale, nonostante i presidi antipiccione adottati nel tempo” precisano gli amministratori”.  il progetto ha previsto l’installazione al piano terra del palazzo di chiusure trasparenti degli accessi, porte normali e scorrevoli in vetro, in sostituzione degli attuali cancelli in ferro battuto risalenti agli anni 90. In tutto sono due le porte in vetro apribili a spinta dall’interno, una verso la Piazzetta Bufalini ed una verso il Loggiato della Cassa di Risparmio, e tre porte scorrevoli in vetro, una verso la Piazza Matteotti, che è quella maggiormente transitata, l’altra verso Via Mazzini di seguito al grande portone in legno e l’ultima verso la piazzetta Bufalini. Le vetrate saranno fisse nella parte alta delle arcate ed apribili completamente all’occorrenza nella parte bassa per facilitare le manutenzioni. L’eliminazione dei volatili dal loggiato è stata accompagnata da un rispristino generale del decoro ambientale con la sanificazione delle pareti e pavimentazione (pulizia, lavaggio e riprese di tinteggiature) e l’eliminazione del vecchio sistema di illuminazione con nuove lampade a LED ad alta efficienza.

 

 

 


Condividi