Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

PRG OPERATIVO PUBBLICATO SUL BUR. DAL 23 NOVEMBRE LE OSSERVAZIONI IL CONSIGLIO APPROVA A MAGGIORANZA I CRITERI PER L'ESAME
cdc1
25.10.2018 -


Pubblicato sul BUR, il Bollettino della Regione Umbria, il piano operativo della variante generale del prg di Città di Castello, così come riadattato dal consiglio comunale nella seduta del 15 ottobre 2018. Il periodo per la presentazione delle osservazioni andrà dal 23 novembre al 22 dicembre e la presentazione delle repliche dal 23 dicembre 2018 al 7 gennaio 2019. Intanto, poche ore prima, nella seduta del 22 ottobre 2018, l’aula aveva dato il via libera a maggioranza, ai criteri per l’esame dei quesiti che verranno presentati dai cittadini. Nel presentarle, l’assessore all’Urbanistica del comune di Città di Castello Rossella Cestini ha ribadito come “il piano è stato modificato dalla sentenza della Corte Costituzionale solo in quattro punti ed è quindi conosciuto dal marzo scorso sostanzialmente. Le repliche si chiuderanno il 7 gennaio, allungando il periodo al netto delle festività. Approviamo i criteri anticipando la pubblicazione come ulteriore elemento di trasparenza”. Ha poi dato lettura dei parametri introdotti, che sono di natura prettamente tecnica, approvati in fase di voto solo dalla maggioranza, Pd, Psi e La Sinistra. No di Lega, Movimento Cinque Stelle, Forza Italia Fratelli d’Italia, Castello cambia e Tiferno Insieme. Durante il dibattito Vittorio Morani, capogruppo del Psi, ha ricordato “il lavoro esemplare della commissione Assetto del territorio della precedente legislatura. Ci siamo sempre ritrovati concordi con l’Ufficio tecnico. Abbiamo guardato all’interesse della collettività più che al cittadino. Nell’esprimere un parere occorre essere rigidi e molto corretti. Sullo strutturale diverse osservazioni sono state bocciate. Con questa procedura delineata dall’assessore, evitiamo qualsiasi interferenza, sperando che pervengano meno osservazioni possibile”. Luciano Tavernelli, consigliere del PD, ha detto che “i criteri hanno un duplice scopo: evitare osservazioni non pertinenti e aiutare la valutazione dei commissari. Sono criteri specifici che contengono tutta la filosofia del prg, ormai in dirittura d’arrivo”. Andrea Lignani Marchesani, capogruppo di Fratelli d’Italia, ha rimarcato la non condivisione della tempistica “che coincide con il periodo estivo e prefestivo, le repliche cadono sotto le vacanze di Natale. Anche i criteri sono di difficile immediata digeribilità. Da ultimo vedo complicazioni sul punto della città in trasformazione: la ratio è di guadagnare tempo ma creare una fase di partecipazione che coincide o anticipa le osservazioni non va nella direzione della trasparenza. C’è il tentativo di indirizzare le osservazioni verso il bene comune e non il bene del singolo ma per loro definizione le osservazioni intervengono su casi specifici e personali. La città della trasformazione è d’altronde il cuore del piano regolatore. Parere negativo”. Marco Gasperi, capogruppo del Movimento Cinque Stelle, ha proposto un emendamento “per introdurre anche le osservazioni proposte dai consiglieri comunali”. Vincenzo Bucci, capogruppo di Castello Cambia, ha chiesto se “le associazioni di ingegneri, architetti e geometri avessero dato un contributo alla redazione dei criteri”. 
Tutte le informazioni su tempi e piano operativo sono a disposizione sul sito istituzionale del Comune all’indirizzo https://www.cdcnet.net/pagina800_osservazioni-al-prg-po-ed-al-pca.html

 
 

 


Condividi