Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

GLI ULTIMI GIORNI DI GABRIOTTI: LA VERITA' SU CHI VOLLE LA SUA MORTE E SUL PLOTONE CHE LO UCCISE. PRESENTATA L'ULTIMA RICERCA DI ALVARO TACCHINI
Archivio
14.05.2018 -

 

 

 

 

Nell’ambito delle iniziative per il 74° anniversario della fucilazione di Venanzio Gabriotti, l’istituto di storia politica e sociale, intestato alla sua memoria, ha presentato a Città di Castello il 14° quaderno dal titolo “Gli ultimi giorni di Venanzio Gabriotti”, curato da Alvaro Tacchini, presidente dell’istituto e storico locale. Nell’Officina della Lana del centro di formazione G.O. Bufalini, Tacchini ha sottolineato come “la pubblicazione apporti novità fondamentali all’esito tragico della vicenda grazie alla documentazione dell’archivio di Stato di Firenze dove sono contenute le carte del processo che si è svolto subito dopo la fine della guerra. Alcuni aspetti rimasti fuori fuoco e alimentati da testimonianze orali o informali trovano una ricostruzione più lineare e completa, che ad esempio permette di escludere che nel plotone di esecuzione fascista ci fossero tifernati, una questione su cui in tutti questi 74 anni si è detto molto in assenza di prove sicure o elementi che togliessero l’incertezza. E’ in definitiva una riscrittura di fatti delicati e controversi, che conclude il mio lavoro di ricerca iniziato nel 1984. Insieme al quaderno 12 che riguarda La strage di Villa Santinelli, è un’appendice alla ricostruzione dei fatti avvenuti durante la Guerra e la Resistenza in Alto Tevere, contenuta nel volume omonimo del 2015”. All’iniziativa era presente anche il sindaco Luciano Bacchetta e il presidente dell’Istituto di storia umbria contemporanea Mario Tosti, che ha lanciato l’idea di un “docu-film tratto dalla narrazione del quaderno”.

/Allegate foto)

 

 

 
Scarica allegato (1760 kb) File con estensione jpg
Scarica allegato (1533 kb) File con estensione jpg


Condividi

Eventi correlati