Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

Comunicazione di Anci Umbria su ricorso IMU per terreni agricoli (lettera del 22 gennaio 2015)
Comune Palazzo
23.01.2015 -

Perugia 22 gennaio 2015
Prot.n. 43
Ai Sindaci dei Comuni dell’Umbria
Ai Presidenti delle ANCI Regionali
Ai Segretari Generali delle ANCI Regionali
E.p.c. Al Presidente ANCI Nazionale
Al Segretario Generale ANCI Nazionale
Oggetto: Ricorso IMU terreni agricoli.

 


Anci Umbria comunica che in merito all’azione giudiziaria promossa contro il decreto
interministeriale del 28.11.2014 avente ad oggetto esenzione IMU prevista per i terreni agricoli, il TAR del
Lazio, in sede dell’udienza svoltasi ieri in camera di consiglio, non ha confermato la sospensiva concessa
con decreto del 22.12.2014, ma sembra abbia confermato le censure al decreto sopra richiamato, facendo
presagire un annullamento nel merito se il Governo non provvederà a correggerlo.


Il problema è sostanzialmente di natura contabile in quanto il mancato incasso delle somme dovute
in base al Decreto del 28.11.2014, non permetterebbe il rispetto del patto di stabilità europeo, innescando il
rischio di una procedura di infrazione.


Resta comunque in campo l’altra sospensiva, disposta dallo stesso presidente del Tar Lazio in un
decreto successivo del 14.01.2015, su un altro ricorso presentato da alcuni comuni della Regione Sicilia, che
ha messo in calendario la camera di consiglio per il 4 di febbraio p.v.


Pertanto ad oggi il decreto su IMU agricola risulta sospeso fino al 4 febbraio p.v. con la conseguenza
che il 26 gennaio i contribuenti non dovrebbero pagare perché il decreto che lo impone non è pienamente
efficace. E’ quindi giuridicamente impossibile rispettare la scadenza originariamente prevista.


L’udienza di merito è stata fissata per il 17 giugno 2015.


Anci Umbria è vivamente preoccupata per la situazione venutasi a creare e chiede al Governo un
deciso intervento in merito al fine di portare chiarezza ad una situazione che genera allarme tra i contribuenti
e seri problemi di cassa per i Comuni.


Cordiali saluti


IL PRESIDENTE ANCI UMBRIA
Francesco De Rebotti

 


Condividi