Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

SOPRALLUOGO AL PALAZZO DEL PODESTA' PER IL GIUDICE DI PACE
CAmpanili
12.02.2015 -

 

Sopralluogo a lavori in corso al Palazzo del Podestà di Città di Castello, destinato a diventare sede del Centro polifunzionale della Provincia di Perugia, dei Settori Finanziario e Urbanistico del Comune e del Giudice di Pace. Del trasferimento di questo servizio dall’attuale collocazione agli spazi di Corso Cavour si è parlato durante la visita di una delegazione del Tribunale di Perugia a Città di Castello - composta dal primo presidente Aldo Criscuolo, i magistrati Daniele Cenci e Clara Ciofetti, il dirigente amministrativo del Tribunale Paola Di Domenico, direttore amministrativo e responsabile della Segreteria del presidente del Tribunale Alberto Maestri, il responsabile della Cancelleria del Giudice di pace circondariale di Perugia Valentina Ranieri -  per valutare l’assetto definitivo che assumeranno gli uffici, una volta terminato il cantiere. “Il Palazzo del Podestà è al centro di una rivisitazione complessiva che riguarda la struttura e le destinazioni” dichiara il sindaco tifernate Luciano Bacchetta, ricordando come “a fianco degli interventi di miglioria e messa a norma delle sale di piano terra, che continueranno ad ospitare attività e iniziative culturali, stiamo convertendo il Palazzo del Podestà alle nuove mansioni relative all’Ufficio del Giudice di pace, che consideriamo un ausilio fondamentale per non aggravare cittadini e imprese in caso di contenziosi civili. La nuova organizzazione del servizio, che l’Amministrazione comunale sta curando mettendo a disposizione le risorse economiche per il personale e la sede, è stata oggetto di confronto insieme alla delegazione del Tribunale di Perugia con cui naturalmente il Giudice di pace deve mantenere un canale di coordinamento e cooperazione. Tutti auspichiamo che possa entrare a regime nei tempi strettamente necessari per dare risposte concreta ad una domanda di giustizia, che oggi non ha referenti a livello locale”. “Il Presidente del Tribunale ha e mantiene il potere di vigilanza sugli Uffici del Giudice di pace: per questo ha raccolto volentieri la sollecitazione alla cooperazione proveniente dall’Ufficio del Giudice di pace di Città di Castello, al quale sono stati assegnate tre unità di personale amministrativo dipendente dall’Amministrazione comunale precedentemente assegnate ad altre funzioni” ha dichiarato il presidente Criscuolo “Conseguentemente oggi una qualificata delegazione del Tribunale di Perugia si è direttamente recata presso la sede tifernate. Oggetto principale del presente incontro è esaminare le maggiori criticità dell’Ufficio territoriale, raccogliere i problemi teorico-pratici che si sono presentati, suggerire soluzioni e concertare soluzioni praticabili, come ad es., coordinamento tra gli Uffici di Cancelleria, seminari e  stage mirati del personale addetto all’Ufficio del Giudice di pace di Città di Castello da svolgersi presso le Cancellerie del Tribunale e del Giudice di pace di Perugia: ciò al fine di completare e perfezionare la professionalità del personale destinato, dopo la riforma del Giudice di pace, allo svolgimento dei delicati servizi giudiziari e, in ultima analisi, di contribuire a fornire alla cittadinanza un servizio di giustizia di prossimità più rapido ed efficiente”.

 

 

 

 


Condividi