Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

Definizione agevolata delle entrate tributarie relative a Tarsu, Tares e Tari non riscosse a seguito dalla notifica di ingiunzioni di pagamento (ex D.L. n. 34 del 30/04/2019).
scuola e famiglia
18.07.2019 -

 

Il Consiglio Comunale di Città di Castello, in attuazione dell’art. 15 del decreto legge 30 aprile 2019 n. 34, con Delibera n. 64 del 24/06/2019  ha approvato il Regolamento per la disciplina della definizione agevolata delle entrate tributarie relative  a Tarsu, Tares e Tari,  per le quali è stata intrapresa la riscossione coattiva a mezzo ingiunzione fiscale  da parte del  soggetto Concessionario della gestione e riscossione dei suddetti tributi per il Comune di Città di Castello (So.Ge.Pu. spa).

I contribuenti che hanno ricevuto ingiunzioni di pagamento relative ai suddetti tributi notificate dal concessionario entro il 31 dicembre 2017 e che non hanno ancora provveduto in tutto od in parte al loro pagamento potranno presentare al concessionario stesso apposita istanza per la definizione agevolata entro il 15 settembre 2019.

I debitori che aderiscono alla definizione potranno estinguere il loro debito senza corrispondere le sanzioni.

Il Concessionario entro il 30 settembre 2019 comunica ai debitori che hanno presentato l’istanza l’ammontare complessivo delle somme dovute, le modalità di pagamento, nonché l’importo delle singole rate, il giorno e il mese di scadenza di ciascuna di esse, attenendosi ai seguenti criteri:

versamento unico: entro il 31 dicembre 2019;

versamento in massimo sei rate trimestrali: entro il giorno 16 di ciascun mese di ottobre 2019, gennaio 2020, aprile 2020, luglio 2020, ottobre 2020, gennaio 2021; qualora il 16 scada di sabato, domenica o giorno festivo la scadenza si intende prorogata al primo giorno lavorativo successivo;

o, in alternativa,

in massimo 18 rate mensili di cui la prima con scadenza il 16 ottobre 2019 e le restanti entro il 16 di ogni mese successivo; qualora il 16 scada di sabato, domenica o giorno festivo la scadenza si intende prorogata al primo giorno lavorativo successivo.

 

In caso di versamento dilazionato in rate, si applicano gli interessi legali vigenti.

In caso di mancato, insufficiente o tardivo versamento dell’unica rata o di una di esse, decade la definizione delle agevolazioni con i suoi effetti.

Gli sportelli del concessionario So.Ge.Pu. spa, preferibilmente previo appuntamento, sono a disposizione per ogni informazione necessaria relativa alla verifica della propria posizione debitoria ed alle modalità per l’attivazione della procedura di definizione di cui sopra (Uffici presso Centro Servizi in Via Vittorini n°23, Fraz. Cerbara di Città di Castello nei seguenti orari: Lunedi dalle 9 alle 12, Martedì dalle 11 alle 13:30, Giovedì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 17, Venerdì dalle 8:30 alle 11:30 – Uffici presso P.za Italia n°1, Fraz. Trestina il Martedì dalle 8:30 alle 12:30). 

I contatti ed i riferimenti telefonici sono i seguenti: Tel. 075/8510846 – Mail: tributi@sogepu.com

Inoltre, sul sito del concessionario (www.sogepu.com – sezione TARI-TA.RES.) sarà resa disponibile la necessaria modulistica.

Consulta il regolamento sull'Amministrazione Trasparente

 

 


Condividi