Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

UN TIFERNATE IN BARCA A VELA SULLA ROTTA DI COLOMBO. CAMPRIANI TRA I 5 SKIPPER ITALIANI ALLA TRAVERSATA ATLANTICA MINITRANAT. IL SALUTO DEL SINDACO BACCHETTA
campriani
30.08.2019 -

Un tifernate in barca a vela sulla rotta di Colombo. Alessio Campriani alla 21° edizione della Minitranat. Traversata atlantica in solitaria per lo skipper tifernate Alessio Campriani, che il prossimo 22 settembre 2019 salperà da La Rochelle in Francia per raggiungere i Caraibi a bordo del Zebolon. Campriani, non nuovo a record e imprese impossibili è tra i 5 italiani che partecipano alla Minitransat, gara di navigazione estrema senza contatti a terra e geolocalizzatore cartografico. La MiniTransat è una storica regata Atlantica che si svolge ogni due anni, in solitario su imbarcazioni della lunghezza di sei metri e cinquanta. Creata nel 1977 dall’inglese Bob Salmon, la Transat 6.50 è la risposta al gigantismo finanziario e ultra tecnologico delle regate transoceaniche che si corrono con barche dai costi iperbolici, e che lasciano meno spazio alla componente umana e alle capacità individuali.

Dopo aver doppiato Capo Horn, raggiunto l’Antartide in barca a vela, il periplo in solitario dell’Italia, tre traversate atlantiche e il record mondiale di traversata dell’Adriatico con un non vedente, alla vigilia della partenza Alessio Campriani è stato ricevuto dal sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta per l’ormai tradizionale saluto benaugurale. “Da sempre seguiamo le avventure in mare di questo nostro concittadino che ha contribuito a diffondere la passione per la vela anche in un territorio senza mare. La traversata dell’oceano in solitaria è un salto di qualità e proprio per questo il nostro sostegno a distanza sarà più forte. Siamo certi che anche lo farai anche in nome del valore sociale e di promozione umana dello sport, che ci ha ispirato nell’organizzazione dei corsi di introduzione alla vela per le scuole e i ragazzi disabili”. “Da tempo mi preparo alla Minitransat, una regata molto selettiva, la cui partecipazione è subordinata ad alcuni titoli sia teorici che guadagnati in mare” spiega Alessio Campriani “Per il mio percorso è una tappa molto importante perché prevede complessivamente un mese di navigazione da solo in mezzo all’Atlantico. Saremo in 90 da tutto il mondo e per l’Italia in cinque ad accettare una sfida, riservata quasi esclusivamente a skipper professionisti, per i quali la Ministranat offre una vetrina internazionale”. “La prima tappa della traversata sarà da La Rochelle alle Canarie. Poi è prevista una pausa e quindi il grande salto di 21 giorni, in cui non approderemo mai e dovremmo affrontare ogni imprevisto con le nostre forze, fino all’arrivo ai Caraibi, seguendo la rotta di Colombo, spinti dai venti Alisei”.  (Allegata foto ricevimento dal sindaco)

 

 

 

 

 


Condividi